La pallida ipocondria della Luna

Questo è un libro maledetto di onirismo, immerso nella notte ove le tetre cupidigie delle streghe cattive mordono l'innocenza nel bramoso, puro, straziante, peccaminoso tentarle. Notti fosche in cui il plenilunio, torbido e minaccioso, solfeggia melanconico in aride stagioni lunari dall'abbagliante (im)mortalità. Notti selvagge e creaturali, nelle quali un bambino, rinato miracolosamente, gelidamente gracchierà il mormorio del suo dolore da non morto. Come un esangue vampiro a cibarsi della vita rubatagli, dello scellerato, brutale sortilegio che, infettandolo nell'animo avvelenato da un mostruoso, indefinito altrove, scheggiato dall'abissale, inquietante, spettrale spazio-tempo ininterrotto e urlante, proprio dall'"incubatrice” di quel che parve un imbattibile, nerissimo incubo senza mai fine, s'allev(i)erà in una purificatrice vendetta mistica, leggiadramente strofinato in vertiginose, liriche strofe oltre i confini dell'immaginazione più rifulgente, vellutata e limpidamente libera da ogni graffiante cupezza mortifera, tagliente e attanagliante.
Una travolgente, poderosa, salvifica catarsi, un'immensa rinascita, nata proprio dal dolore del non esser mai davvero nati. Abrasivamente sospesi in una dimensione profondissimamente ammantata di luccicante evanescenza, avvolta d'estatica morbidezza languida e ipnotica, sofferta di labbra sue incorniciate, per l'eternità, nei sogni infranti d'un infante al di là della vita stessa sua e nostra gridante...
Incarnato nell'incognita di ciò che nessuno sa di (non) essere.
Stefano Falotico è nato il 13 Settembre del 1979.
Ha pubblicato numerose opere di poesia e narrativa.
Con Youcanprint Edizioni, sono usciti Il cavaliere di Alcatraz, Eclissi di rossa tenebra ermetica, Il cadavere di Dracula, il lirico saggio Martin Scorsese, la strada dei sogni, la monografia Nicolas Cage, l'attore vampiro, Mister Atlantic City, il letterario "biopic” filmografico Robert De Niro, l'intoccabile e La maschera di Edgar Allan Poe.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Stefano Falotico

Nicolas Cage, l'attore vampiro

Nicolas Cage, l'attore vampiro di

Nic, il versatile, imprendibile mutante... torturanti emozioni lo grattano, raschiando il suo sanguigno istinto a esuberanza talora volgare ma madida delle sue interiora vivide e sudanti... Nicolas Cage, amato, odiato, disprezzato da molti vili detrattori, osannato, beniamino per gli eletti che sempre lo apprezzeranno, criticato, discusso, controverso, spesso al centro dell’attenzione,...

David Cronenberg, poetica indagine divorante

David Cronenberg, poetica indagine divorante di

Dio David che guarda col solito sguardo ginecologico ed estrae il parto malsano della società sifilitica... David Cronenberg, il suo nome risona magmaticamente portentoso, raffinatamente austero d’immortale, incorniciante altezza nobiliare fra i pulsanti c(u)ori esul(tant)i di noi suoi prostrati, fervidi e invincibili amanti divora(n)ti, squittenti gioia passionalmente sanguigna, erti...

La maschera di Edgar Allan Poe

La maschera di Edgar Allan Poe di

La maschera di Edgar Allan Poe... che avida si scioglie, si lustra d’emozioni gravide di pregnanza mistica e in me, ispirato a lui, dal suo torbido malessere interiore, fosca, di lividi accesi, di flussi emotivi cangianti, s’effonde nell’animo splendidamente violato, (s)velato, volato via, inebriandolo estatico... Questo non è un libro che raccoglie i racconti di Edgar Allan Poe e non è neppure...

David Cronenberg Poetica indagine divorante

David Cronenberg Poetica indagine divorante di

Dio David che guarda col solito sguardo ginecologico ed estrae il parto malsano della società sifilitica... David Cronenberg, il suo nome risona magmaticamente portentoso, raffinatamente austero d’immortale, incorniciante altezza nobiliare fra i pulsanti c(u)ori esul(tant)i di noi suoi prostrati, fervidi e invincibili amanti divora(n)ti, squittenti gioia passionalmente sanguigna, erti...

Il cavaliere di Parigi

Il cavaliere di Parigi di

Forse Clint, ammantato di quest’aura principesca, da messia cherubino molto diavolo, altri non è che un ne(r)o “sbiancante” le notti delle ambiguità... Nelle notti lugubri dell’universale tragedia umana, ai bordi periferici d’una Parigi vellutatamente macabra, truculenta, incandescente, barbarica, manicomiale, violenta, scarnamente ferina, fantasmatica, languidamente mortifera, furiosamente...

L'ultimo dei romantici libertini

L'ultimo dei romantici libertini di

Giacciamo, gracchiando furenti nel vento, negl’intimi meandri delle nostre pulsioni furibonde, ululanti, strangolati da una realtà cagnesca, siamo identità smarrite nel crogiolo poliedrico di razze eleganti e inestinguibili di forza energetica maestosa. Inalberati, arrabbiati, rossi in volto, dalle avverse circostanze erosi, sviliamo nei tramonti “cerbiatti” di ser(at)e pallidamente...