Liquirizia

“Una ferita da baionetta catapulta Giuliano (giovane sottotenente della 8ª Armata Italiana in Russia) tra le rovine di Stalingrado, dove tra tedeschi e sovietici si combatte una delle più grandi battaglie della storia umana.
Uno sparo impreciso incrocia le vite dell'ufficiale e di una tiratrice scelta russa, Tanja: l’irreale incontro di un momento li segnerà per sempre, portando alla luce un’altra incredibile vicenda.
Attori di questo intreccio sono la coccarda di un generale dell'Armata Rossa e "Liquirizia", l'orsacchiotto che fin da bambina aiuta la soldatessa a vincere di notte la paura del buio.
La storia di un amore che si oppone ai duri precetti della guerra e all'odio tra popoli”.
---------------------------------------------------------------------
Il romanzo – una toccante vicenda sentimentale - ha dunque come cornice gli avvenimenti bellici che tra il luglio 1942 e il febbraio 1943 capovolsero in Europa il corso della II Guerra Mondiale (scoppiata esattamente ottanta anni fa), portando infine alla liberazione del continente dalla follia del nazifascismo.
L’epilogo della storia ha invece come scenario Milano, allorché - ventidue anni più tardi - un lavoro di scavo nella centrale Via Filodrammatici restituirà finalmente all’ex ufficiale la pace smarrita.
Di seguito la prefazione al volume scritto dalla Presidentessa della “Fondazione Culturale Mario Novaro”:
“L’orrore, l’idiozia della guerra da un lato. Le vie tortuose degli affetti, dell’amore dall’altro. È una lotta impari, che tuttavia coinvolge ed affascina; fino alla fine non si sa chi e in che modo potrà risultare vittorioso.
Ma per Claudio Loreto la vita, da quando ha cominciato a scrivere, è affrontata come gara o come lotta: già dall’inizio, quando voleva diventare corrispondente di guerra...
E di guerra si parla in questo suo nuovo romanzo, dal titolo dolcissimo: Liquirizia! La rievocazione della spaventosa battaglia di Stalingrado – raccontata con notevole perizia e conoscenza dei tragici fatti della Seconda Guerra Mondiale – si intreccia con una storia d’amore, casualmente collegata al passato del protagonista, vissuto a Sanremo, sulla splendida “Riviera dei fiori”.
Ancora altre sorprese attendono comunque il lettore prima della conclusione della vicenda: davvero vale la pena di leggere questo romanzo affascinante. Non come critico – che non è il mio ruolo – ma come persona appassionata della scrittura e della narrazione, e soprattutto legata alla letteratura della nostra terra di Liguria, volentieri ho accettato di dedicare queste righe alla presentazione di un testo che certamente non passerà inosservato al giudizio dei recensori e tanto meno all’interesse dei lettori”.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

CLAUDIO LORETO

Edizione 2020 del Premio Letterario Nazionale "Inchiostro di Mare" (Sezione "Narrativa edita") - Romanzo "LIQUIRIZIA": 2° classificato.CLAUDIO LORETO

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA. Il romanzo, a fronte di una discreta originalità, si presenta ben strutturato, con una trama orchestrata alla perfezione e una più che adeguata esposizione. La scrittura è ottima e risulta ben curata nei particolari, dando luogo a una lettura sciolta e avvincente. Il romanzo segue un ritmo costante, rendendosi interessante sin dalle prime pagine, mantenendosi sui binari della facile lettura fin nelle sue battute finali, riuscendo a coinvolgere il lettore in ogni suo aspetto. I dialoghi intervengono sempre al momento giusto, senza prolungarsi più del necessario o scadere nella banalità dello scambio scontato di battute. Il rapporto lunghezza/esposizione appare ben calibrato, risultando più che corrispondente alle aspettative. Infine, la scelta del titolo gioca un ruolo non indifferente, riuscendo con una singola parola a interessare senza svelare, pur mantenendosi molto attinente alla vicenda narrata nel romanzo. Per concludere, anche se la Giuria normalmente non tiene conto dell’aspetto grafico d’insieme dell’opera, un riconoscimento aggiuntivo va all’immagine di copertina che ben si sposa con l’intera opera. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Menzione Speciale per il romanzo "Liquirizia" nel 2° Concorso Letterario "Tre Colori" (abbinato al Festival Internazionale 2020 "Inventa un Film"). 582 le opere in lizza.CLAUDIO LORETO

Menzione Speciale per il romanzo "Liquirizia" nel 2° Concorso Letterario "Tre Colori" (abbinato al Festival Internazionale 2020 "Inventa un Film"). 582 le opere in lizza. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista del Blog Letterario "La Stamberga d'Inchiostro" (23/11/2020).CLAUDIO LORETO

Intervista sul romanzo "Liquirizia. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "The Book Advisor" (09/11/2020). CLAUDIO LORETO

[...] Ben oliata la macchina romanzesca. Il libro è ben scritto, l’autore sa come impossessarsi delle pagine, come farle respirare, parlare. Nasce così una storia incredibile, struggente, toccante. I colpi di scena, poi, sono un vero regalo per il lettore. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "A Libro Aperto" (30/10/2020).CLAUDIO LORETO

[...] Una favola gentile, per credere nella potenza dell’amore e dei buoni sentimenti, nell’idealismo e nelle seconde occasioni. E, soprattutto, in un filo conduttore capace di dare un significato alle esistenze dei singoli attraverso il tempo. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Leggi & Sogna by Mary" (12/10/2020).CLAUDIO LORETO

[...] Un bel romanzo, dove le distanze non contano, dove le origini non contano… dove l’unica cosa importante è il cuore. Perché il cuore non ha occhi per vedere certe differenze. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Septem Literary" (11/09/2020).CLAUDIO LORETO

[...] Un romanzo che racconta una storia d’amore, di quelle che restano dentro, che non possono morire, una storia dolorosa ma forse abbracciando Liquirizia si può tornare a sognare [...] Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Presentazione del romanzo "LIQUIRIZIA", fra i selezionati alla fase finale del "2° Concorso Letterario Tre Colori".CLAUDIO LORETO

Presentazione del romanzo "LIQUIRIZIA", fra i selezionati alla fase finale del "2° Concorso Letterario Tre Colori". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista del Blog Letterario "Bookstation" (24/07/2020).CLAUDIO LORETO

Intervista sui romanzi "Liquirizia"e "I segreti di Sharin Kot". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Il mondo incantato dei libri" (23/07/2020) CLAUDIO LORETO

[...] Liquirizia forse non è un libro perfetto: forse l’autore avrebbe dovuto approfondire un po’ di più il conflitto interiore di Tanja, forse alcuni aspetti della storia d’amore sono troppo prevedibili. Ma a me è piaciuto tantissimo. Quando si torna a casa stanchi dopo il lavoro, accaldati per l’afa che incombe, sapere di poter leggere un libro così interessante e coinvolgente, credetemi… è un vero refrigerio. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Editrice Leucotea - Presentazione della versione e-book del romanzo "Liquirizia".CLAUDIO LORETO

Editrice Leucotea - Presentazione della versione e-book del romanzo "Liquirizia". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Our Free Time" (18/06/2020)CLAUDIO LORETO

Guerra, sofferenza e sentimenti intensi, anime che si incontrano nell’oscurità [...] Un romanzo intenso, semplice e complesso al tempo stesso. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Ospiti, Gente che viene, Gente che torna" (25/05/2020)CLAUDIO LORETO

'Liquirizia' , il romanzo di Claudio Loreto edito da Leucotea, mi ha piacevolmente accompagnato in questi giorni sotto l'impero di 'Mr. Corona'. E' un testo scritto con onestà, senza inutili orpelli e ricercatezze, uno stile asciutto e diretto che va al cuore dei problemi e si libra con leggerezza parlando di cose importanti per la storia con la maiuscola e per le vicende private. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Associazione Riscontri - Concorso Letterario “Un libro in vetrina”: segnalazione del romanzo “Liquirizia”.CLAUDIO LORETO

“Gentile Autore, abbiamo il piacere di informarLa che LIQUIRIZIA risulta tra le Opere meritevoli selezionate nell’ambito del concorso “Un libro in vetrina”. Ci ha colpito la vivida e intensa esposizione di un celeberrimo dramma della nostra recente storia che Lei ha saputo affrontare anche nei suoi aspetti più squisitamente umani, paradossalmente ancora oggi a nostro avviso non sempre o non sufficientemente esplorati. Abbiamo per questo deciso di inserire la sua Opera nella prossima puntata di “In libreria”, la rubrica di segnalazione letteraria che viene pubblicata sul sito di “Riscontri”. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "6RECENSITO" (21/04/2020). CLAUDIO LORETO

[...] E’ una bella storia d’amore e di guerra, che, oltre a raccontare una delle pagine più triste della nostra storia durante la campagna di Russia, è in grado di gettare speranza attraverso gli occhi di due ragazzi che si trovano su schieramenti opposti, costretti a combattere una guerra imposta da altri ma che nonostante tutto non toglierà loro il coraggio di sognare. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista del Blog Letterario "Il Rifugio dei Pensieri" (13/04/2020). CLAUDIO LORETO

Marta Giacobbe / Estratto da una delle interviste più belle fatte nel Blog "Il Rifugio dei Pensieri": "....se non conosciamo il nostro passato non possiamo sperare in un mondo migliore; perché dobbiamo sforzarci di capire e possibilmente rispettare l’altro. Invito inoltre ad assaporarlo lentamente, proprio come fosse una… liquirizia, poiché narra anche di una storia d’amore, e senza amore la vita non è vita. Esso inoltre serba avvincenti intrecci e sorprendenti colpi di scena." Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Les Fleurs du Mal" (29/02/2020).CLAUDIO LORETO

[…] "Liquirizia" è la delicatezza resa forte più del vento che scuote gli alberi. E’ la canna che si piega al vento, ma che non si spezza mai. E se anche voi, oggi in questo postmoderno di orrori e paura, di perdizione e vizio, volete un appiglio per non essere trascinati via dalla melmosa corrente, dovete leggerlo. E pregare di trovare la Dea che benevola sorride, nonostante il sangue e lo strazio e vi porti via, via da questo inferno, via da qua […]. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista a cura di Andrea Giostra (26/02/2020).CLAUDIO LORETO

Intervista di carattere generale, pubblicata anche sui seguenti siti: https://www.fattitaliani.it/2020/02/claudio-loreto-scrittore-artista-se-non.html https://www.scrivonline.it/claudio-loreto-scrittore-e-scalatore-intervista/ https://andreagiostrafilm.blogspot.com/2020/02/claudioloreto-scrittore-e-scalatore.html Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "IL CAFFE' DEGLI ARTISTI. Cultura, Storia, Arte e Curiosità" (20/02/2020). CLAUDIO LORETO

Claudio Loreto, in questo suo interessante racconto, ambientato durante il secondo conflitto mondiale, ci fa rivivere la cronaca della famosa battaglia di Stalingrado, che tra l'estate del 1942 e il febbraio del 1943, fu teatro dei durissimi combattimenti che opposero ai soldati dell'Armata Rossa le forze tedesche, italiane, rumene ed ungheresi per il controllo della regione strategica tra il Don e il Volga e dell'importante centro politico ed economico di Stalingrado (oggi Volgograd), sul fronte orientale. Nel gelido inverno russo, gli scontri tra le opposte fazioni raggiunsero il loro culmine. Alle truppe che combattevano non venne risparmiato nessuna tragedia e conosciamo fin troppo bene la triste sorte di migliaia di soldati inghiottiti dall’inesorabile coltre di neve e sepolti per sempre dal ghiaccio. Alle perdite enormi, e la disfatta delle truppe dell’Asse, si aggiunse per i sopravvissuti l’incubo del freddo, della fame, delle malattie, in un paesaggio spettrale, dove si combatteva casa per casa, muro dietro muro, nascondigli ideali per gli invisibili cecchini russi pronti a sparare su qualunque cosa si muovesse dall’esterno. Il libro si può quindi definire un diario di guerra fedele e dettagliato che evidenzia, senza utilizzare un linguaggio retorico, il lato peggiore di quegli avvenimenti, quale l’odio inevitabile tra i combattenti. Eppure in questo scenario apocalittico, nasce un’inaspettata quanto appassionata storia d’amore tra il giovane Giuliano Lanteri, un sottotenente dell’armata italiana partito volontario per i suoi ideali patriottici, e la bella soldatessa russa Tanja. Un incontro che ha dell’incredibile, visto il contesto nel quale si sviluppa, e che segnerà per sempre le loro vite, in un susseguirsi di colpi di scena. Nulla è scontato, anche quando si tocca il fondo dell’abisso perché la guerra non guarda in faccia nessuno. “Liquirizia”, prende il nome dell’orsacchiotto di pezza che fin da bambina aiutava la protagonista a vincere la paura del buio ma è soprattutto la tenerezza inconfessata, la fiducia e la speranza nel futuro. E’ la disperata voglia di riscatto che prende il posto alla rassegnazione, è il bene che trionfa sul male, è il sorriso che cancella il pianto, è la vita che fortunatamente continua anche nell’orrore della guerra. Attraverso un serie di imprevedibili eventi a distanza di molto tempo,quando tutto sembra ricoperto dalla polvere dell’oblio, ecco un evento inaspettato che permetterà a Giuliano e Tanja di ritrovarsi. Complimenti all’autore che ha saputo creare una trama a doppio binario che coinvolge il lettore per la spontaneità della narrazione. Un motivo in più per non lasciarsi sfuggire questo suo libro. Anna Profumi. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "La Gilda dei Lettori" (17/02/2020).CLAUDIO LORETO

[...] L’autore è riuscito nel proprio intento, ricostruendo uno dei più terribili periodi storici esistenti; riportando a galla vicissitudini dell’epoca trattata. Gli stati d’animo dei principali figuranti della vicenda narrata, trasmettono in maniera cristallina e pregnante i dolorosi momenti vissuti, inondandoci di razionale malinconia volta al bisogno di non dimenticare ciò che è stato. Egli ha voluto dar spazio alla cruda, passata realtà,ma abbellendola con qualcosa di poeticamente raro e segnante: “L’AMORE” [...] Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "La biblioteca di Mary" (06/02/2020).CLAUDIO LORETO

[...] Ultimo punto che ho apprezzato molto è il parlare attraverso la protagonista Tanja delle donne soldato, figura che raramente viene rappresentata e raccontata e che mi ha permesso di avere una nuova e interessante prospettiva sul tema. Lettura consigliatissima. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista del Blog Letterario "Gli scrittori della porta accanto" (28/01/2020).CLAUDIO LORETO

«Scrivo per comunicare e condividere le mie emozioni». Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "THRILLER STORICI E DINTORNI" (27/01/2020).CLAUDIO LORETO

"Credete alle coincidenze? Credete che vi sia un filo che lega le nostre azioni, i nostri incontri e che, se fortunati, un giorno ci sarà svelato? In “Liquirizia” dovete entrare in quest’ottica: nulla accade per caso, ogni attenzione va rivolta ai particolari". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Intervista del Blog Letterario "Chiacchiere e Audiolibri di Rosanna Lia" (31/10/2019).CLAUDIO LORETO

Intervista video di carattere generale. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Un libro per amico" (13/01(2020).CLAUDIO LORETO

[...] Un romanzo, a mio avviso, da far leggere agli studenti in contemporanea con lo studio dei grandi conflitti, per guardare la guerra con gli occhi del cuore di giovani come loro che l’hanno vissuta. Un inferno che porta la voce dei caduti, che Claudio Loreto ha saputo far emergere in questo romanzo sincero, che nel profondo celebra la vita nonostante declini, tramonti e passi perduti nell’oblio. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "MuatyLand" (04/01/2020).CLAUDIO LORETO

[...] Ho apprezzato molto questo breve libro. Leggo molti romanzi storici e capita troppo spesso che gli autori purtroppo si lascino sopraffare dai fatti storici tralasciando la storia principale. Qui fortunatamente ciò non avviene e la storia è un contorno perfetto che racchiude come un guscio il filo narrativo [...]. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Lettura di alcuni brevi brani del romanzo (Canale YOUTUBE del Blog Letterario "La Narratrice di Sogni - 27 dicembre 2019). CLAUDIO LORETO

"Salve a tutti, Amici amanti dei bei libri e delle letture ad alta voce! Protagonista di questo episodio de #LaNarratriceDiSogni sarà Claudio Loreto con il suo nuovo romanzo:"Liquirizia". Nel video oltre alla descrizione della trama potrete ascoltare un brano tratto dalle pagine dell'opera. Buona visione e buon ascolto!" (Rosanna Lia). Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Video-recensione del Blog "Unteconlapalma" (17/12/2019).CLAUDIO LORETO

[...] Un libro vero, forte, intenso, pieno che vi trascina in un turbine di emozioni, paura, sogno, realtà. Claudio può confermare la mia euforia nel descrivere la mia ammirazione per un libro che dovrebbe diventare la base della cultura nelle scuole per dimostrare ai più giovani le crudeltà avvenute sui campi di battaglia e le lacrime piene d’amore per un volto mancante. Meraviglioso. Punto. Consigliato a tutti, pagine piene di semplice essenza. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Unteconlapalma" (17/12/2019). CLAUDIO LORETO

[...] Un libro vero, forte, intenso, pieno che vi trascina in un turbine di emozioni, paura, sogno, realtà. Claudio può confermare la mia euforia nel descrivere la mia ammirazione per un libro che dovrebbe diventare la base della cultura nelle scuole per dimostrare ai più giovani le crudeltà avvenute sui campi di battaglia e le lacrime piene d’amore per un volto mancante. Meraviglioso. Punto. Consigliato a tutti, pagine piene di semplice essenza. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Commento del lettore Mauro Mattei (10/12/2019).CLAUDIO LORETO

Sono un semplice lettore serale, non certo un critico, ma mi permetto di esprimere sinteticamente un pensiero su questo libro scorrevolissimo. Un misto di storia e amore con sfumature di giallo che lasciano in sospeso fino al'ultimo il lettore. La guerra raccontata e ciò che ne consegue ha aspetti veritieri illustrati con garbo ed una scorrevolezza piacevolissima che coinvolge. La lettura ha analogia con il titolo. E' come aver davanti a sé un barattolo di liquirizia che chiede autocontrollo per non ingozzarsene in una sola sera. E’ da centellinarsi per assaporarlo appieno. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Opinioni Librose" (29/11/2019).CLAUDIO LORETO

... Per quanto descrivere una storia d’amore nata nel periodo della guerra possa sembrare un argomento già trattato in diversi romanzi, e quindi poco originale, ho trovato questo romanzo diverso dai soliti e molto interessante [...] Il romanzo merita di essere letto perché è una storia che racconta uno spaccato triste e doloroso del nostro passato, ma nello stesso tempo è una storia d’amore pura e delicata. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Commento tratto dal Blog Letterario "Noi che i libri ce li mangiamo” (25/11/2019.CLAUDIO LORETO

Ciao a tutti, ho finito di leggere questo libro e credetemi che lo rileggerei subito. Ho letto tanti libri, seguo molto i vostri suggerimenti su questo gruppo ed è per questo che mi permetto di segnalarvi uno dei libri che mi è veramente piaciuto e che mi rimarrà dentro. In questo libro si alternano vari momenti di tristezza e di dura realtà (si descrive la guerra e la sua crudeltà) ma poi storie intrecciate tra loro fanno sì che vince il bene e trionfa l'amore. È scritto benissimo, è scorrevole e lo si legge con bramosia, ammirazione e desiderio smanioso di capire dove va a finire (non manca la suspance che tiene incollati al libro!! ) Insomma merita, merita davvero!!!. Non ve lo perdete!! Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Recensioni libri con amore" (20/11/2019).CLAUDIO LORETO

Davvero bello il finale. Questo libro mi ha emozionata ,commossa e anche fatto riflettere che nella vita spesso tutto può davvero accadere . Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Elena, del Blog Letterario "Liberi Leggendo" (19/11/2019).CLAUDIO LORETO

Un bel libro, in cui si racconta le atrocità della guerra, l'assurda situazione di metterci l'uno contro l'altro... Molto bello! Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Commento tratto dal Blog Letterario "‎Un libro tira l'altro" (18/11/2019). CLAUDIO LORETO

Libro molto appassionante: la parte storica la fa da padrona, a mio parere è affrontata molto bene: contiene interessanti informazioni e particolari che ancora non conoscevo (seppur io sia grande lettrice di questo genere). L'autore non sfocia mai nella retorica del puntare il dito contro una fazione piuttosto che sull'altra, sul però loro hanno fatto più crudeltà dell'altro. Ricordiamoci che tutti, all'interno di una guerra, hanno i loro scheletri nell'armadio! Come nella maggior parte dei romanzi storici gli autori "approfittano" di una storia d'amore o di amicizia per raccontare il susseguirsi dei fatti del periodo. A volte io leggo velocemente, senza particolare attenzione, questi momenti ma solo perché non sono nelle corde del mio gusto personale. In Liquirizia invece la storia dei personaggi principali mi ha molto incuriosita. Ad alcuni sembrerà troppo una fatalità l'incrociarsi del destino ma, avendo letto altri lavori dell'autore, ho capito che è una prerogativa della sua fantasia che inserisce in tutti i suoi romanzi, così come la sua passione per la montagna e il canottaggio. Frase da sottolineare: al "dopo" avrebbe pensato... dopo. Personaggio che mi è rimasto nel cuore: il generale Stepan Kovalev, "[...] quello stronzo che aveva voluto morire da comandante". Colgo l'occasione per segnalarvi anche L'ultima croda, sempre dello stesso autore, dove si affronta un altro viaggio storico di efferata importanza: Bologna 1977 (Prima Linea) e Genova 2001 (Black Block). Anche qui presenti l'incrociarsi del destino e l'elemento montagna tanto caro all'autore. Liquirizia⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ L'ultima croda ⭐️⭐️⭐️⭐️ Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Piera Nascimbene, del Blog Letterario "Cultura al Femminile. Associazione Culturale" (16/11/2019).CLAUDIO LORETO

Un bellissimo racconto dove la Storia si mescola alla fantasia e ci porge una vicenda molto realistica. Protagonisti dolci e pieni di bei sentimenti, vivono un brevissimo incontro in una Stalingrado quasi tutta distrutta. Il loro amore dura solo qualche giorno ma non muore nonostante il tempo. Commovente! Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Chiara Cipolla, del Blog Letterario "Chiaramente Romance blog" (02/11/2019).CLAUDIO LORETO

"Un inno alla speranza e all’amore, quello vero, puro e profondo che muove il mondo e smuove i cuori, che rende tutto possibile […] Un plauso all’autore che ha saputo rendere così vera una storia nella Storia, facendo vivere al lettore anni spesso dimenticati e avvenimenti che hanno segnato popolazioni intere, andando al di là delle differenze e degli odi per sperare in un mondo migliore. Consigliatissimo!!!". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Marta Gargiulo, del Blog Letterario "Voglio essere sommersa di libri" (02/11/2019). CLAUDIO LORETO

"... La penna di Claudio Loreto è attenta e accurata, la ricostruzione storica è coerente e poco romanzata. La narrazione è coinvolgente e, in attimo, mi sono ritrovata alla fine di una storia emozionante e commovente, in grado di stupire dall'inizio alla fine. Se apprezzate la storia e gli amori impossibili, ne resterete conquistati!". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Marta Lilliù, del Blog Letterario "La Bottega di Hamlin" (30/10/2019). CLAUDIO LORETO

"... Claudio Loreto, con stile composto e sensibilità, ci regala una delicata ma inossidabile storia d’amore con protagonisti Giuliano Lanteri, sanremese studente di Giurisprudenza, e la danzatrice russa Tanja Malova. Due personaggi simili alla favola del soldatino di piombo e della ballerina, con la variante che lui è sottotenente dell’8ª Armata Italiana in Russia, mentre lei è eccellente cecchino sovietico. A dire il vero, forse il protagonista assoluto di questo romanzo è il destino che lega tutti i personaggi, nel bene e nel male. Destino che prende la forma di due oggetti donati dalla stessa mano e che legheranno per sempre questo rapporto, nato in mezzo alla morte e alla disperazione: una coccarda rossa e un pelouche, Liquirizia". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Libri nell'aria" (24/10/2019), a cura di Laura Salvadori.CLAUDIO LORETO

Quali enormi poteri ha la Guerra sull’uomo? La Guerra gli insegna il coraggio; la Guerra gli insegna a sopravvivere. La Guerra è confrontarsi ogni giorno con la morte. La Guerra è trovarsi a fare i conti con se stessi. C’è guerra se c’è un nemico da combattere. Se c’è un ideale per il quale l’uomo è disposto a morire. Ma se non riconosci il tuo nemico come tale, se l’ideale per il quale morire si è perduto, allora non può essere Guerra. Esiste solo il pericolo, l’essere appesi ad un filo. Esiste la paura della morte. Esiste la solitudine, che imbracciare un fucile non fa scomparire. Anzi, spesso imbracciare l’arma è proprio un modo per gridare al mondo intero la propria solitudine e il proprio fallimento. Questi sono i sentimenti che animano Giuliano, giovane sottotenente dell’8^ Armata Italiana, che si ritrova a vivere in mezzo alla guerra più crudele, a Stalingrado, a combattere a fianco dei tedeschi di Hitler in una battaglia impari che oltre settanta anni fa condusse alla morte centinaia di migliaia di soldati italiani e tedeschi. La sua confusione è tangibile, come lo è la sua mancanza di motivazione. Sa solo che deve combattere e cercare di rimanere vivo, poiché la madre Irina, di origine russa, prega per lui ogni sera dalla sua casa affacciata davanti al mare di San Remo. A Giuliano quell’uniforme va stretta. Troppe volte ha visto spargere sangue innocente inutilmente. Troppe volte il suo animo si è accartocciato su se stesso, davanti all’orrore e al cinismo dei tedeschi. Lui, che è russo per metà e che è costretto a nascondere le sue origini, per paura di subire ritorsioni. Diversamente da Giuliano, Tanja si aggrappa all’ideale che l’ha portata a combattere; lei, promettente ballerina classica con il sogno nel cassetto di entrare alla scuola del Bolshoi. I suoi profondi occhi verdi, ancora velati dall’innocenza della giovane età, adesso scrutano dentro ad un mirino. Perché Tanja è un cecchino. Il suo compito è uccidere più tedeschi possibile. La sua anima deve tacitare il suo cuore, quando, ogni giorno, vede cadere sotto i suoi colpi tanti giovani e con loro i loro sogni. E mentre questi cadono e il loro sangue si allarga sulla neve come un’improbabile rosa, non può fare a meno di pensare a Vadim, suo fratello, anch’esso in guerra, che non dà notizie di sé da troppo tempo. Solo l’orsacchiotto di pezza “Liquirizia” sa donargli un po’ di calore umano e Tanja si aggrappa a lui come ad un’ancora di salvezza. Ma la guerra toglie e la guerra dà. Giuliano e Tanja si ritrovano a condividere un piccolo spazio, mentre fuori si scatena un inferno di proiettili e di bombe. E assistono alla nascita di un sentimento puro, che li terrà attaccati alla vita anche quando, ormai separati dal destino, le speranze di sopravvivere saranno quasi distrutte. Un amore che nasce in mezzo alla follia di un conflitto è meraviglioso ma fragile come un bocciolo di rosa. E’ tuttavia un antidoto contro la morte. Anche quando si è consapevoli che non potremo più incontrare nuovamente la persona amata. E così ritroveremo Giuliano e Tanja diversi anni dopo. Cresciuti, cambiati, segnati, ma vivi. Vivi e ancora con quel fuoco dentro, che, seppur sopito dalla ragione, non ha mai voluto smettere di ardere. Ed ecco che la vita ancora ci sorprende! Ma niente potrà convincermi ad anticipare alcunché al lettore. Lo scoprirete da soli! I miei complimenti a Claudio Loreto per aver saputo confezionare un romanzo molto bello e toccante dove troverete speranza, dolore, voglia di riscatto, romanticismo. Davvero degna di nota la ricostruzione storica, che troverà nell’appassionato delle vicende della Seconda Guerra Mondiale un piacevole riscontro! Non sono mai troppi i romanzi ambientati durante le nostre recenti storiche. Perché è doveroso ricordare l’orrore, affinchè non si ripeta. Ma è altrettanto importante riuscire a dare un messaggio di speranza e poter gridare al mondo che l’uomo può e sa riappacificarsi con la propria natura. E “Liquirizia” assolve alla perfezione questo compito. Con la sua scrittura attenta, i suoi dialoghi ben costruiti e la sua scrittura evocativa, Claudio Loreto passa agevolmente l’esame, sia per la minuziosa ricostruzione storica, sia per il delicato intreccio, capace di entrare nel cuore del lettore. Laura Salvadori. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione di Massimo Mirandola, del Blog Letterario "La Doppia Vita dei Libri" (24/10/2019).CLAUDIO LORETO

"Il romanzo è scritto fluidamente, narra le vicissitudini durante quel lungo assedio di italiani, tedeschi e russi. Rievocazioni di battaglie e azioni militari sono ben curate, così come la cronistoria dell’operazione Barbarossa. La storia d’amore tra i due protagonisti riesce a dare uno stacco al lettore dalla vita militare durante la guerra e non risulta troppo invasiva". Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Commento tratto dal Blog Letterario "‎Ogni libro è un viaggio" (18/10/2019).CLAUDIO LORETO

Sullo sfondo la seconda guerra mondiale durante la Battaglia di Stalingrado, quella che segnerà la prima grande sconfitta dei tedeschi, ma in fondo avrebbe potuto essere qualunque altra guerra: l’odore di morte è sempre lo stesso. L’autore descrive con lucidità e garbo dettagli di una quotidianità dolorosa, misera, sporca e riprovevole che non sempre è raccontata sui libri di scuola. In molti passaggi mi ha ricordato mio nonno che questa guerra ce l’aveva tatuata sulla sua pelle: alla fine di guerra non si parla più, il dolore è troppo intenso, ma ad una bambina si può lasciare anche questa eredità morale che verrà metabolizzata solo nel tempo. Ho interpretato così i tanti momenti difficili narrati da Claudio. Ma in mezzo alla distruzione di ogni certezza c’è un atto d’amore - tra uno studente italiano e una cecchina russa - che di certo sembra avere solo la sua stessa fine: un incontro ‘per la vita’ che intreccia altre tele intorno a sé e che si sveleranno completamente solo alla fine. In un linguaggio scorrevole e attuale questo romanzo in fondo racconta l’Amore al di sopra di tutto, al di sopra di ogni male. Bravo Claudio! Ho avuto l’onore di leggere il tuo romanzo ancor prima che venisse pubblicato e di questo non posso che ringraziarti pubblicamente per la fiducia e l’onore che mi hai dato. In bocca la lupo! Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

CLAUDIO LORETO

Recensione del Blog Letterario "Amanti dei Libri" (13/10/2019).CLAUDIO LORETO

[...] L’autore è stato molto bravo a ricostruire in maniera molto meticolosa gli scontri tra le truppe russe e quelle tedesche durante il conflitto: la sensazione è quella di sentire il rumore di ogni sparo, di avvertire la paura che quel colpo possa colpire uno dei protagonisti, di rabbrividire mentre il corpo è intorpidito dal freddo, il tutto mentre non c’è un perché a tanta violenza, a tante vite trascinate via dal loro quotidiano scorrere... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di CLAUDIO LORETO

L'ultima croda

L'ultima croda 1 di CLAUDIO LORETO CLAUDIO LORETO Ilmiolibro self publishing

Damiano aveva giurato: quell’ultima vetta ancora, e poi avrebbe dato l’addio all’alpinismo. Ma proprio sull’agognata Cima Dodici un avvenimento inaspettato mette sottosopra la sua vita. Sullo sfondo, due grandi storie d’amore: quelle tra lo scalatore e Cecilia e fra gli studenti universitari Marco e Milena, che finiranno imprevedibilmente con l’intrecciarsi.

I segreti di Sharin Kot

I segreti di Sharin Kot 1 di CLAUDIO LORETO CLAUDIO LORETO De Ferrari

“Primavera 2010 - Una missione solitaria sprofonda una pattuglia motorizzata di alpini negli orrori della guerra afghana e ridesta nel capitano Emiliano Zanin il tormento di un amore tradito. Nello sperduto villaggio di Sharin Kot l’ufficiale si imbatterà infine in una terribile scoperta, che rappresenterà tuttavia per lui la premessa per tornare a sorridere alla vita...”. Una storia di guerra...

Gli occhi sulla scia. Racconti di remi, piccozze e amori

Gli occhi sulla scia. Racconti di remi, piccozze e amori di CLAUDIO LORETO CLAUDIO LORETO Ilmiolibro self publishing

La prospettiva della morte, colpo di spugna a tutto quanto vissuto, induce i vari protagonisti del libro a una angosciosa ricerca del senso della propria esistenza; al di là della risposta che ciascuno si darà, tutti alla fine desidereranno vivere - e amare - pienamente. Il canottaggio (con le sue grandi fatiche) e l'alpinismo (con i suoi innumerevoli pericoli) costituiscono la cornice entro ...