Italiani a Chicago: Immigrati, gruppo etnico, americani

Gli italiani sono a Chicago dal 1850. C’erano italiani durante la Guerra civile e il Grande incendio di Chicago. Contribuirono all’enorme espansione industriale che la fece diventare la capitale ferroviaria d’America. Essendo operai generici, spesso analfabeti, cominciarono dal gradino più basso, sopportando la loro dose di discriminazione, stereotipia razziale ed etnica. Abitarono in alloggi sovraffollati e fecero gli straordinari per paghe da fame in condizioni deplorevoli. Si presero cura dei loro orti, si dettero da fare, e si organizzarono per farsi raggiungere dai loro parenti a Chicago. Alcuni italiani fecero subito fortuna importando frutta e verdura. Tra tutte le sfide incontrate dall’immigrato in un paese nuovo, quella linguistica è forse la più inspiegabile. I Nativi americani chiamavano Chicago “Cipolla Puzzolente”. Il nome della città deve aver divertito anche il più sempliciotto degli immigrati italiani a Chicago. In compagnie promiscue molti erano perfino riluttanti a proferirlo. La tipica barzelletta italo americana era di rispondere a Ci Cago con E Ci Piscio. Fine del discorso sull’immagine di Chicago, una città dove si pensava che le strade fossero lastricate d’oro. (2019 ottobre)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli