Le avventure di Spicchio e Spiro: Le patate vagabonde


Cosa può succedere in una ipotetica città avvitata su una collina in mezzo ad un deserto circondato dalle montagne?
In una città dove ogni tanto la magia ha un sussulto e funziona, dove si beve un torcibudella chiamato " Fuoco di Kol " e dove esiste lo "Street Food" ma si chiama in un altro modo ?
Ti può succedere di avere incontri ravvicinati di vari tipi, conoscere la Bertuccia Lagnosa o il Maiale Muschiato, assaggiare cibi esotici come le
" Oloturie Fangose " oppure sperimentare qualche incantesimo di un Mago Farlocco.
Puoi anche essere derubato o rimanere intossicato da un panino di Emot, il macellaio clandestino.
Pura avventura insomma.
Fatti un viaggetto amico, fai un salto a Setira, la città regina delle terre fra le montagne.
La " Casa dei Nidi Volanti " ti aspetta. Zio Xang, l'erborista, ha senz'altro qualche intruglio di erbe da venderti e Sbrocca ha appena finito di stampare l'ultimo numero del giornale di Tepen, il " Rutto del Pipistrello". Costa solo uno zerlino.
Un giallo-comico di ultima generazione, scritto per diffondere un po' di allegria.
Un bel po' di pagine da leggere che ti faranno dimenticare di scendere alla fermata giusta del tram e di sperare che l'autrice finisca alla svelta la seconda avventura.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli