Il crollo della civiltà occidentale in Romagna: e altri racconti sul futuro che presto dovremo affrontare

Molti libri ci raccontano storie di sopravvivenza, immaginano la fine del mondo come noi lo conosciamo e gli sforzi dei sopravvissuti per adattarsi alle difficoltà di una vita diventata improvvisamente dura e faticosa.

Ma quasi tutti questi libri sono ambientati in America.

Se dovesse succedere un grosso pasticcio, se veramente il sistema collassasse, noi ci troveremmo in una situazione un po' diversa. Niente quarti di dollaro d'argento, al massimo le monete da 500 lire con le tre caravelle di Colombo. Niente shotgun, ci dovremmo arrangiare con la doppietta Falchi del nonno Eugenio. E, visto dall'Appennino emiliano, l'Idaho sembra molto, molto lontano.

In questo romanzo ho voluto immaginare la vita di una tipica famiglia italiana che si deve arrabattare mentre attorno tutto si deteriora, e deve lottare per mantenersi unita e affrontare nuove e inattese insidie. E' un punto di vista un po' ruspante, forse un po' semplice, ma certo più vero e più vicino al nostro modo di pensare e di essere.



Per quanto riguarda i tre racconti, di certo non sono fantascienza. Sono fatti di cronaca, cose di tutti i giorni: solo che sono raccontate un po' prima che succedano sul serio. Ma non preoccupatevi: sedetevi e rilassatevi, le mie storie diventeranno vere prima di quanto possiate immaginare.

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli