Le figlie della Pietà tra Otto e Novecento. Il terzo settore di una volta

Una storia che nessuno ha mai raccontato fino in fondo con tanto realismo e sentimento. Quella delle bambine che, tra la metà dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento, venivano abbandonate al loro destino nella civilissima città di Venezia. Queste sfortunate creature venivano accolte in un istituto specializzato, nato a metà del 1300, il Monte della Pietà.
L’autrice, Marina Menegazzo, ha trascorso più di tre anni nell’Archivio storico di questo istituto. Tre anni di ricerca per ricostruire la vita quotidiana dell’istituzione. Ma anche per capire se, per le figlie della Pietà, iniziavano a delinearsi i nuovi scenari di emancipazione femminile che si affacciavano nell’Italia tra Otto e Novecento
L’autrice ha studiato migliaia di fascicoli e documenti. Ne è uscito un quadro che affresca la vita delle esposte nel loro intero ciclo: dall’accoglienza, alla maggiore età o all’eventuale matrimonio, fino alla vecchiaia.
Un pionieristico lavoro di storia delle donne, una campo di ricerca che va sempre più affermandosi nell’ambito degli studi storici a livello mondiale.
Anche un contributo alla nostra memoria.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli