Noi umani cerchiamo quadrature

Raccolta di racconti, alcuni dei quali gà pubblicati altri inediti. Gli umani di cui si narra vengono da tre contenitori: il quotidiano, la letteratura e la storia. Tutti i racconti contengono almeno una piccola sorpresa: ciò che appare quadrato e stabile inevitabilmente rotola e ciò che sembra circolare e circolante prima o poi si arresta e si stabilizza. Noi umani siamo fatti così, da sempre; non siamo mai completamente cerchi o quadrati, ma manteniamo un po’ di entrambe le figure nelle quali siamo stati inscritti, prima da Vitruvio a parole, poi da Leonardo col disegno. Viene immaginato un rapporto di reciprocità fra la nostra natura quadrata, tesa ad assestare, a costruire, a equilibrare, e la nostra natura circolare tesa invece a muoversi, a rotolare, a rompere l’equilibrio e a spostarsi. Noi umani siamo un po’ omo facente e omo itinerante, un po’ calmi e stazionari e un po’ agitati e nomadi. Il quadrato ricorda la casa, il cerchio la ruota, il cerchio gira, il quadrato assesta. Gli umani son fatti in contemporanea per le case e per le ruote.
Stare contemporaneamente nel cerchio e nel quadrato provoca l’inquietudine, la tendenza al cambiamento, costante, necessaria, nella quale c’è probabilmente il germe dell’evoluzione.
Nel disegno leonardesco l’uomo inscritto nel cerchio dà l’idea di quegli acrobati che rotolano su se stessi. Pare che da un momento all’altro ruzzoli via, è dinamico, mutante o comunque pronto al mutamento. L’uomo inscritto nel quadrato è statico, fisso e dà l’idea della posatezza, dell’autorevolezza di chi, già piazzato nel suo spazio delimitato, può accogliere, ma anche respingere.
Insomma noi umani, continuamente e senza stancarci, CERCHIAMO QUADRATURE, nel doppio senso che si cercano e si cerchiano.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

dino.fiumalbi

Noi umani cerchiamo quadraturedino.fiumalbi

Il libro di Dino Fiumalbi unisce racconti già editi in antologie ed altri nuovi e recenti. Le storie sono suddivise in tre contenitori: il Quotidiano, la Storia e la Letteratura. Sono ambientate in tempi e luoghi diversi nei quali si osservano le persone come sotto una lente di ingrandimento, quasi fotografandone gli aspetti, i gesti, e svelandone l'anima. Alcune acquistano un respiro più ampio nel recupero di personaggi di notevole rilievo storico. In questo Dino Fiumalbi dimostra ancora una volta il grande amore per la ricerca storica, la sua puntigliosità e precisione nella documentazione, con la capacità di ricostruire ambienti e situazioni all’interno di un racconto verosimile. Inatteso il recupero di brani di autori, incastonati e riconoscibili, con il gusto di riscriverli con punti di vista diversi, come nel caso dell’incontro di don Abbondio con i bravi, in cui si dà voce al loro pensiero ed alle attese. Noi umani CERCHIAMO Quadrature, significa in contemporanea che le si CERCANO, ma anche che le si CERCHIANO. La questione viene presa in esame nella prefazione dell’autore: «Tutti i racconti contengono almeno una piccola sorpresa, un qualcosa di inaspettato: ciò che appare quadrato e stabile inevitabilmente rotola e ciò che sembra circolare prima o poi si arresta e si stabilizza. Noi umani siamo fatti così, da sempre: non siamo mai completamente cerchi o quadrati, ma ci troviamo bene in entrambe le figure nelle quali siamo stati iscritti, prima da Vitruvio a parole, poi da Leonardo nel disegno». Continua…

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di dino.fiumalbi

Le donne, il diavolo e il destino. Un'opera al giallo

Le donne, il diavolo e il destino. Un'opera al giallo di dino.fiumalbi dino.fiumalbi

Il volume raccoglie sette racconti brevi, già pubblicati in antologie di settore, e un racconto inedito più lungo, ambientato in Volterra, nel quale confluiscono le storie già tracciate di tre indagatrici particolari: la marchesa Adelaide, la poliziotta Matilde e la ficcanaso Riccarda. Il terzetto è supportato e… sopportato da un giovane studioso, da un guardiacaccia spilungone e da un cane ...

La neve e il Vermentino

La neve e il Vermentino di dino.fiumalbi dino.fiumalbi Carmignani

Dino Fiumalbi, La neve e il Vermentino In un Rifugio fra le Alpi Apuane e la Garfagnana, Tommaso vive scontroso all’ombra di una ferita recente. La sua solitudine un po’ misogina viene violata dall’arrivo di una spia, femmina per giunta. Le due spigolose personalità, simili a magneti oscillanti, iniziano subito ad attrarsi con le differenze e a respingersi con le somiglianze, mentre nel ...