Nella vecchia Russia, X, La caverna (La Bolla Vol. 3)

Evgenij Ivanovic Zamjatin nasce a Lebedjan’, Russia, nel 1884 e muore a Parigi nel 1937.
All’età di ventuno anni, durante la Rivoluzione Russa del 1905, viene mandato in esilio, ma tornerà segretamente a Pietroburgo per completare gli studi di Ingegneria Navale. In quegli anni inizia anche la sua produzione letteraria che, grazie a un registro narrativo imponente e vorticoso, gli vale la definizione di “nuovo Gogol” da parte di alcuni critici. Diventa inoltre traduttore delle opere di Jack London e W.G. Wells e fonda il gruppo letterario I Fratelli Serapione.
I suoi lavori, sempre più taglienti nella satira contro il regime di Stalin, gli costano la censura in patria, per la quale chiede di suo pugno l’assoluzione con una lettera “L’autore della presente lettera, condannato alla massima pena, si appella a Voi per commutargli tale pena. […] Per me come scrittore, essere privato della possibilità di scrivere equivale a una condanna a morte”.
La sua opera più famosa, tradotta in tutte le lingue, è “Noi”, un romanzo distopico che ha ispirato un intero filone artistico, da George Orwell, a Aldous Huxley, da Any Rand a Kurt Vonnegut, fino ai giorni nostri.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Evgenij Zamjatin

L'inondazione

L'inondazione di Evgenij Zamjatin Voland

Il fiume Neva è in piena e assedia San Pietroburgo, e insieme alla furia delle acque si scatena quella delle passioni umane.L'orfana Gan'ka, accolta dai coniugi Trofim e Sof'ja, finisce per stravolgere l'equilibrio dalla coppia, esasperando le tensioni nate dall'attesa di figli che non sono mai arrivati.Il livello del fiume sale, e anche un altro livello, invisibile, si alza dentro il cuore di ...

Racconti

Racconti di Evgenij Zamjatin

Noi (Distopie)

Noi (Distopie) di Evgenij Zamjatin KKIEN Publ. Int.

Un antidoto al totalitarismo Esiste un autore che ha anticipato Orwell, Huxley, Bradbury e tutti gli altri grandi scrittori distopici del Novecento. Esiste un autore che, appena all’alba della società comunista, ha ipotizzato un futuro tragicamente totalitario. Un autore che ha aperto le danze della distopia totalitarista senza essere ricordato dai più; che, colpito dalla censura, dovette ...

Noi

Noi 1 di Evgenij Zamjatin MONDADORI

È la fine del terzo millennio, l'umanità vive in uno spazio ipermeccanicizzato e socialmente ipercontrollato, chiuso dalla Muraglia Verde. Gli individui non hanno più un nome, sono alfanumeri. Come D-503, ingegnere al lavoro sul progetto dell' Integrale , la nave spaziale destinata a esportare su altri pianeti il perfetto ordinamento politico dello Stato Unico, dove ogni attività è ...