Nessuno crede nei miracoli

Il rapporto di amicizia tra quattro ragazzi compagni di scuola nel 1964, considerato indissolubile, naufragherà miseramente quando il più debole tra loro, il balbuziente Armando, sarà accusato dell’omicidio del convivente di sua madre.
Armandino, così lo chiamavano affettuosamente gli amici, rinchiuso nel carcere minorile di Roma di Casal del Marmo viene abbandonato da tutti, tranne che da uno dei quattro amici: Piero Conti.
Piero, al quale i genitori avevano negato ogni richiesta di aiuto, troverà in Marisa, donna dolcissima quanto irascibile di professione prostituta, l’appoggio, la complicità e la forza necessari per non abbandonare il giovane amico recluso.
La storia di Armando, Piero e Marisa, si concluderà il giorno in cui si sarebbe svolta la finale del terzo e quarto posto del mondiale di calcio disputatosi in Italia nel 1990.
L’avvicendamento inesorabile degli eventi, che metteranno a dura prova il rapporto dei tre inseparabili amici, troverà l’epilogo nella decisione saggia ma dolorosa che prenderà Marisa.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli