Leggende napoletane (I grandi classici del racconto gotico)

Un uovo magico nascosto nelle viscere di un famoso castello segnato da un’inquinante profezia, un folletto deforme e dispettoso (‘o Munaciello), tre nobili sorelle sventuratamente innamorate dello stesso uomo, un diavolo che ha le sembianze di una donna dal fascino fatale: nella sua raccolta “Leggende Napoletane”, Matilde Serao fa rivivere alcune tra le più appassionanti narrazioni che il popolo napoletano si tramanda nei secoli, rivelandoci segreti, storie di fantasmi malvagi, di spiriti benevoli, di maghi leggendari (come ad esempio il poeta Virgilio, Mago e alchimista, sepolto a Piedigrotta)  o di antichi palazzi infestati da presenze misteriose, su cui si fonda l’immaginario collettivo della città di Napoli. 
La stessa storia della fondazione di quest’ultima affonda le sue radici in una delle leggende più famose, quella della Sirena Partenope (dal cui nome deriva il celebre appellativo), con cui l’autrice apre la sua raccolta, facendoci presente che il gotico napoletano non ha bisogno delle nere foreste del nord, né di walkirie, di roussalke, di folletti kelpis o di elfi per esercitare il suo fascino, perché “le nostre leggende sono l’amore. E Napoli è stata creata dall’amore.”

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Matilde Serao

Il ventre di Napoli

Il ventre di Napoli di Matilde Serao E-text

Nel libro, scritto in tre momenti diversi a partire dal 1884, Matilde Serao fa un'accorata descrizione dei quartieri più diseredati della Napoli del tempo. Protagonisti sono, quindi, il "popolo" napoletano e la sua vita quotidiana con le peculiarità che li contraddistinguono: tipo di alimentazione, forme di religiosità , lotto clandestino, usura, relazioni sociali... La situazione di totale ...

Serao. Storia di due anime (LeggereGiovane)

Serao. Storia di due anime (LeggereGiovane) di Matilde Serao LeggereGiovane

I protagonisti sono due giovani: Domenico Maresca e Gelsomina. Domenico, o Mimì, è un pittore di santi con una piccola bottega ben avviata e con una buona posizione sociale tale da permettergli di prendere in moglie una giovane bella e di buona famiglia: Anna. Gelsomina è una ragazza piuttosto bruttina fisicamente, che spera di trovare l'uomo che volendole bene le consenta di divenire una ...

Suor Giovanna della Croce

Suor Giovanna della Croce di Matilde Serao

Suor Giovanna della Croce

Leggende Napoletane

Leggende Napoletane di Matilde Serao

Leggende Napoletane

Il ventre di Napoli (Emozioni senza tempo)

Il ventre di Napoli (Emozioni senza tempo) di Matilde Serao Fermento

Ne "Il ventre di Napoli" la Serao ripercorre direttamente, ma con un’originalità tutta sua, il realismo di Hugo e di Zola. Scritto all’indomani dell’epidemia di colera del 1884, è quasi una ricerca antropologica sullo stato di degrado in cui ristagnano alcuni quartieri della città di Napoli. La Serao, però, non si limita a descrivere i problemi della città, ma prospetta una soluzione e una via ...

La conquista di Roma (Emozioni senza tempo)

La conquista di Roma (Emozioni senza tempo) di Matilde Serao Fermento

‘La conquista di Roma’ romanzo che non risente più dell’influenza francese di Hugo o Zola, racconta le conseguenze della mediocrità spirituale e della vacuità degli affetti e delle mezze virtù.È il ritratto della capitale politica d’Italia di fine ‘800 che racconta la storia di un giovane appena eletto deputato al parlamento pieno di fantasie e orgoglio meridionale. All'interno - come in tutti ...