Ricordati di me

Compra su Amazon

Ricordati di me
Autore
Mariagrazia Pia
Editore
Leone
Pubblicazione
23/01/2020
Valutazione
(1)
Categorie
Marta, madre di due figli, viene ritrovata senza vita all'interno della propria abitazione, strangolata con un cordone da tende. Il commissario Vinciguerra, tipico poliziotto disilluso e solitario, interroga il marito della donna, Andrea, l'unico sospettato, pur non essendo convinto che la soluzione del caso sia così semplice, e per questo gli chiede di aiutarlo a creare un identikit della vittima. Ma Andrea sa bene che Marta era molto diversa da quella che sembrava, con quelle fattezze che la facevano assomigliare più a una bambina che a una donna. Il profilo di Marta, dunque, può essere redatto soltanto sulla base di come lei era in grado di vedere se stessa, forse lo stesso modo in cui l'ha vista l'assassino prima di ucciderla. Inizia così un complesso viaggio nella mente di Marta e di Andrea, mentre Vinciguerra, scosso per tutta la vicenda, è consapevole che non riuscirà a darsi pace finché non avrà trovato il vero colpevole. Sullo sfondo di un romanzo giallo, una rilettura della filosofia di Schopenhauer e un parallelismo con Pia de' Tolomei, vittima del marito o forse, proprio come Marta, semplicemente della propria innocenza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Stamberga d'Inchiostro

#proiettilidicarta: Ricordati di me di Mariagrazia Pia (Leone Editore)Stamberga d'Inchiostro

“Ricordati di me” per me è stato un flusso di parole in cui mi è capitato di smarrire la direzione, per poi ritrovarla e scoprire una storia che affonda le sue radici nella memoria. Mariagrazia Pia ha la capacità di rendere vivide le parole impresse sulla carta. Nonostante le sottili sbavature questo è un giallo psicologico diverso dal solito, la soluzione non è a portata di mano e si percorre a ritroso una strada accidentata nella speranza di vedere la vera Marta per scoprire il suo assassino. La mente è l’ostacolo e il ricordo di una donna il flebile lume nelle tenebre più fitte. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.