Golgota souvenir (Storie / Racconti)

Golgota souvenir è un romanzo sperimentale, un incastrarsi di prose che si rincorrono, fuggono, si ritorcono e tornano in sé stesse.
E' un attacco sotto forma di parole e cut-up (grazie alla lezione dadaista e di William Burroughs), al Controllo esercitato dalle varie forme ipnotiche di una società moderna allo sbando.
Ci sono monologhi e prose dissacranti, la forma poetica si frammista alla narrazione.
Il minimo comune denominatore dello sfacelo delle anime della Terra intrappolate in questo organismo condizionante della Realtà è un filo rosso che percorre tutta la trama – ora convulsa e caotica, ora razionale e raccontata.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Alessandro Pedretta

Lo sfasciacarrozze (eAvatar Vol. 38)

Lo sfasciacarrozze (eAvatar Vol. 38) di

Nella campagna dell’hinterland si nasconde un mondo postumano. È reale oppure si tratta del fiorire di deliri, visioni e mancanza di punti di riferimento spaziotemporali? Il paradosso di una società che plasma la mente e la materia si concretizza nella presenza di uova aliene, il cui comportamento prende forza dallo sfruttamento umano della società stessa.A cavallo tra il cyberpunk e le suggest...

Il rituale della fame

Il rituale della fame di

Horror - racconto lungo (29 pagine) - I bambini sono il suo cibo...La famiglia Moresco abita in una casa sulla collina: un padre scheletrico, una madre alienata e un bimbo che nasconde il proprio volto sotto un sacchetto di carta.Quando in paese arriva il Luna Park, i Moresco prendono parte a un rituale dalla sanguinosa conclusione.Alessandro Pedretta nasce nel 1975 e cresce nella periferia mil...

Carnaio: antologia di narrativa novocarnista

Carnaio: antologia di narrativa novocarnista di

Tra queste pagine, tra le visioni di un aldilà molto poco rassicurante, antropofagie, sessualità non euclidee, sacrifici impietosi, violenza non gratuita perché pagata con il sangue e transumanesimi variegati e dilaganti, voi che ci leggerete avrete il grottesco privilegio di sentirvi persone peggiori.