Le stragi della China - Avventure nell'Estremo Oriente: con Introduzione e Note di Anna Morena Mozzillo

La presente edizione del testo di Salgàri comprende:
1) Un’ Introduzione, corredata di una sezione sulla vita e le opere dell’Autore.
2) Una sezione dedicata alle Note, 79, che chiariscono i termini stranieri o gergali presenti nel testo, come pure le tante voci storiche, geografiche, tecniche, nautiche e naturalistiche.
La storia inizia, come precisato dall’Autore nell’incipit, la sera del 14 giugno 1900. Siamo in Cina, e precisamente nella regione attorno a Pechino, nel periodo in cui si sviluppò la feroce Rivolta dei boxer. I due personaggi che vengono presentati per primi sono il mandarino Ping-Ciao e il manciù Sum, ufficiale della guardia imperiale, che si stanno recando presso il tempio di Khang-hi, abbandonato e in rovina, dove si terrà una riunione segreta della setta del Giglio Azzurro, legata al movimento rivoluzionario. Ping-Ciao vuole chiedere aiuto agli affiliati per catturare e uccidere il missionario padre Giorgio Muscardo, colpevole, secondo lui, di essere stato la causa principale della conversione al cristianesimo di suo figlio Wang. Il mandarino ottiene l’aiuto richiesto, consistente in una squadra di boxer, pur se essi sembrano alquanto malmessi, e si reca al villaggio di Ming, dove c’è la parrocchia del missionario. Qui si recano anche, in una corsa contro il tempo, il quindicenne Sheng, che ha assistito alla riunione segreta della setta, mimetizzandosi tra i presenti, ed Enrico, il nipote diciottenne di padre Giorgio, di cui Sheng è servitore. Enrico è il figlio del fratello di padre Giorgio, l’ex-bersagliere Roberto, che al momento è lontano dal villaggio; i boxer guidati dal mandarino assaltano il villaggio e fanno strage degli abitanti, mettendo a ferro e fuoco le abitazioni. Padre Giorgio, Enrico e Sheng si difendono strenuamente ma stanno per essere sopraffatti, quando fortunatamente arriva l’ex-bersagliere con un gruppo di operai che era andato a reclutare; egli riesce a mettere in fuga gli assalitori e a catturare lo stesso Ping-Ciao. Padre Giorgio però, nonostante Roberto non sia d’accordo, decide di perdonare e di lasciare libero il prigioniero, che non avrà per lui lo stesso riguardo, durante il prosieguo della storia...

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Emilio Salgari

La regina dei Caraibi (Edizione italiana) Illustrata

La regina dei Caraibi (Edizione italiana) Illustrata di Emilio Salgari

Il Corsaro Nero (Edizione italiana)

Il Corsaro Nero (Edizione italiana) di Emilio Salgari

Le tigri di Mompracem

Le tigri di Mompracem di Emilio Salgari

I pirati della Malesia

I pirati della Malesia di Emilio Salgari

La favorita del Mahdi

La favorita del Mahdi di Emilio Salgari Emilio Salgari

Il libro narra la storia d’amore tra Abd-El-Kerim, già promesso a Elenka, e Fathma ed è ambientato nel Sudan durante la guerra mahdista. Fathma, la protagonista e favorita del Mahdi, rifiuta l’unione organizzata e scappa via di casa, travestita da danzatrice. Nel deserto africano, la ragazza viene aggredita da un leone, ma un giovane avventuriero (Kerim) la salva, e così tra i due sboccia l’...

Il vampiro della foresta

Il vampiro della foresta di Emilio Salgari

Nel breve racconto, Salgari ci narra di un brutto incontro fatto da due minatori siciliani nelle foreste dell’Uruguay.