Il grande manuale della monta spontanea: Edizione virale

Un manuale scritto per sfida, un'equitazione descritta per scherzo. Un unico, esaustivo ed esausto libercolo rivolto a chi ama l’equitazione, a chi ama i cavalli, a chi ama l’equitazione ma non i cavalieri, a chi ama i cavalli ma non l’equitazione, a chi ama il/la suo/a compagno/a dedito/a all’equitazione, a chi odia il/la suo/a compagno/a proprio perché dedito/a all’equitazione, ed anche a coloro che per una fortunata combinazione astrale non sanno nulla né di cavalli, né di equitazione, ma nutrono una pur minima curiosità sull’argomento. Dal salto ostacoli agli attacchi, dal dressage all'horseball, dal polo al volteggio, dal completo all'endurance, dalla monta americana all'equitazione naturale o etologica, tutto ciò che sarebbe meglio non sapere sull'equitazione, dall'etologia equina alla veterinaria, dalla mascalcia all’allevamento, dalla qultura delle altre squole di ecuitazione fino all'imprescindibile monta spontanea, per una galoppata più divertente del solito nel non sempre divertente e insolito mondo dell’equitazione. E inoltre: i veri motivi per cui tutti in maneggio si comportano in maniera un po' strana; come si monta a cavallo ed i motivi per cui è meglio evitare di farlo; come ci si comporta in un maneggio ed i veri motivi per cui è meglio non entrarci proprio; come diventare istruttori di equitazione, o vicepresidenti della monta spontanea, pur rimanendo comunque assolutamente ignoranti sull'argomento... e tante altre falsità a caso, tranne una: l'amore per i cavalli.

Salvatore Dal Fosso Commento dell'autore

Questo provocatorio, dissacrante, ridanciano "manuale" sul mondo dei cavalli e dei cavalieri nell'arco di tre mesi è diventato il secondo libro di equitazione più venduto su Kindle Store di Amazon, e un motivo c'è: è sicuramente il miglior libro umoristico sul mondo equestre, ma al contempo anche il peggiore, essendo l'unico (a meno di includere nella classifica le raccolte illustrate di Thelwell, un tenero vignettista di pony e bambini). Se siete praticanti assidui o occasionali di una qualunque disciplina equestre, ma anche se siete solo appassionati di cavalli, in questo irriverente "libercolo" vi si offrono tanti spunti per ridere, peraltro tutti ispirati a situazioni reali, e quasi altrettanti pretesti per riflettere un po' più seriamente sul rapporto odierno, non  sempre del tutto salubre, tra umani e equidi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli