Una Rosa per Lucilla: un romanzo di fanta-genetica

Scrutava la ragazza nel suo vestitino da marinaio seduta dalla parte opposta della panca. Com'era magra! Se non fosse stato per la pelle appassita, sarebbe sembrata una ragazzina. Si domandò quanti anni di vita aveva ancora. Possibile che le stesse invecchiando solo la pelle? No, doveva essere un invecchiamento più generale. Era per questo che si muoveva con fatica, anche se faceva di tutto per fare in modo che gli altri non se ne accorgessero.

"Anche la pecora Dolly aveva problemi d'invecchiamento precoce, lo sai?”
Per risposta, la ragazza si dimenò appena sulla panca.
"Mi meraviglio che gli scienziati che ti crearono non si occuparono di un'eventualità simile. Avrebbero dovuto nominarti Dolly, secondo me. Dolly, la pecora mulatta. Suona bene, no? Un nominativo che dovrebbe far battere cassa.”

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Kevin Beary

La donna che voleva vedere nel buio: un romanzo di fanta-genetica

La donna che voleva vedere nel buio: un romanzo di fanta-genetica di

Brutti scherzi, quelli di biotecnologia. La burla del nuovo millenio. E tutto perché avevano accettato l'invito a quella cena maledetta, tutto perché Chiara si era trovata poi per pura coincidenza seduta accanto a quello smerciatore di biotecnologie fasulle, quel Tramonti.