Necessità napoletana

Compra su Amazon

Necessità napoletana
Autore
Giuseppe Costantino Budetta
Editore
Invictus Editore
Pubblicazione
9 aprile 2014
Categorie
Il romanzo è ambientato nei vicoli dei Quartieri Spagnoli, alle spalle di Via Toledo (Napoli). Gennaro Ciliberto è il marito della medium Maria Palladino, discendente della omonima e più famosa Eusapia vissuta a Napoli agli inizi del Novecento. Grazie alle doti paranormali della moglie, Gennaro Ciliberto può visitare a sbafo l'aldilà, incontrando gente strana e persone trapassate dei bassi, in particolare del vicolo Nocelle, dove lui al presente vive. Gennaro Ciliberto è il cognato di don Ciccillo Matacena, capoclan dei Quartieri. Ogni tanto, di mattina presto, Gennaro deve gettare in alto mare coi dovuti pondi ed imbracati nel cellofan, i cadaveri di persone fatte uccidere da don Ciccillo. Don Ciccillo è un killer spietato, è l'uomo di Secondigliano, trasferito prima alla Sanità e poi ai Quartieri Spagnoli. Anni prima, don Ciccillo Matacena fu acqui­stato da Misso in persona per rinforzare il clan come fa una squadra di calcio con un bomber, un at­taccante, una punta di valore. Gli serviva un boss che andasse dritto alla conclusione, senza complicazioni. E questo è proprio don Ciccillo Matacena, egli è uno che non perdona. Filomena Catalano era la donna di un camorrista ucciso da don Ciccillo e suicidatasi sul cadavere del suo uomo. Il fantasma della giovane appare nel basso dove vivono Gennaro e la moglie Maria. Avendo per via genetica potenti doti paranormali, Maria spedisce il consorte in aldilà ad incontrare Filomena per dissuaderla dalle continue apparizioni. Visitando l'aldilà, Gennaro incontra strani personaggi, alcuni dei quali di religione pagana, che gli parlano del tormentoso futuro del mondo e di Napoli in particolare.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Giuseppe Costantino Budetta

Treni, binari e altro

Treni, binari e altro di

Il romanzo narra di eccezionali eventi accaduti tra la cittadina di Grugliasco e la stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova a partire dal mese di settembre del 1993, data del matrimonio tra Elisa Elettrico e Tommaso Vagone. La domenica del tre ottobre 1995, i due coniugi scomparvero senza lasciare tracce. L’ascolto della struggente canzone di Elisa intitolata “Senso” mi ha fatto riapparire...

Treni, binari e altro

Treni, binari e altro di

Il romanzo narra di eccezionali eventi accaduti tra la cittadina di Grugliasco e la stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova a partire dal mese di settembre del 1993, data del matrimonio tra Elisa Elettrico e Tommaso Vagone. La domenica del tre ottobre 1995, i due coniugi scomparvero senza lasciare tracce. L’ascolto della struggente canzone di Elisa intitolata “Senso” mi ha fatto riapparire...