L'undicesimo maestro: Il primo episodio di una saga epica la terra di Ninquam

Nediel è un ragazzo di tredici anni, un giovane abitante della Terra di Niquam, una splendida regione circondata dai meravigliosi Monti Sorgente e da una profonda lingua di mare ancora inesplorata. Un giorno, mentre accompagna la carovana del padre, il suo villaggio viene attaccato dai Primitivi, entità mostruose che si nutrono della forza vitale degli esseri umani. Durante lo scontro, Nediel assiste al prodigio: un uomo, incurante del pericolo, riesce ad assorbire quelle creature terrificanti grazie all'utilizzo di una pietra luminosa. Il ragazzo viene così tratto in salvo e il misterioso condottiero decide di portarlo con sé per tenerlo al sicuro da eventuali incontri con le forze demoniache. L'uomo, di nome Yanagar, si presenta come un Custode della Pietra Celeste e rivela al giovane che, ormai, su di lui grava un indelebile marchio di sangue che lo condannerà ad essere inseguito dai Primitivi fino alla morte.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Antonia Serranò

Il verso dell'amore

Il verso dell'amore di

Una mattina Monica, giovane donna quasi trentenne, si sveglia con la spiacevole consapevolezza di non aver trovato il suo verso nella vita: ha un lavoro che le piace, ma non è quello per cui ha tanto studiato; il rapporto simbiotico con la sua amica Lia tende a diluirsi; i genitori vivono fuori città; la sorella ha un marito, tre figli, un cane e una tata a cui pensare; l'ultima relazione si è...