Il Commissario e la Voce: Magus

Compra su Amazon

Il Commissario e la Voce: Magus
Autore
Loris De Benedetti
Editore
Loris De Benedetti
Pubblicazione
11 marzo 2014
Categorie
Il Veneto come l'Arcadia. La realtà assume le voci e le visioni recuperate dal delirio e dall'allucinazione, prendendole in prestito alla follia. La Bibbia non è stato il libro scritto da chi sentiva la voce di Dio? E di chi profetava per la visione degli eventi futuri? Erano pazzi costoro? Il mistero che la neo-ispettrice Nella Nelli dovrà risolvere è l'eterna domanda della Sfinge che come a Edipo si vedrà proposta per la vita o la morte, la luce o il buio, la visione o la cecità, la parola o il silenzio, l'emancipazione o l'asservimento…, a seconda della risposta: giusta o sbagliata… ("Hanno occhi e non vedono, orecchie e non odono”)… Il commissario Amedeo Ariano dal canto suo, il maestro riservato a Nella da quel destino che (forse) ha invocato lei (o forse evocato lui?), attraverso la porta del sesso (abbandonate ogni speranza a voi che entrate) accompagnerà l'allieva in quell'inferno dal quale dovrà uscire con le proprie forze, che giacciono in attesa di essere fecondate e asservite, partorendosi dalle profondità oscure del suo essere femmina alla rinascita del suo essere superumano. Il mistero le si svelerà col nome di quell'assassino sventratore di donne che solo alla fine capirà di aver saputo fin dall'inizio: il nome che sarà per lei principio di una vita rinnovata per un ritrovato senso superiore, per commutare la realtà solo umana… in divina.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Loris De Benedetti

La bracconiera

La bracconiera di

Una capitano dei carabinieri lesbica, un investigatore privato effeminato, una commissario di polizia scientifica frigida, un maresciallo dei RIS attempato: quattro assi nei loro ruoli sulle tracce dell’assassina seriale chiamata “la bracconiera”: una bionda bellissima e incredibile vendicatrice, che fa strage di manigoldi (magnaccia, violentatori, strozzini) con una vecchia rivoltella calibro...

I NATALI DI SATANA

I NATALI DI SATANA di

“Eravamo sette sorelle, ci specchiavamo alle fontane eravamo tutte belle…” Ronaldo Reo, Ronni per gli amici, è un ispettore di polizia affetto da dongiovannismo: trasferito all’Investigativa per incompatibilità grave col suo ex capo della Scientifica. Un capo inquietante il nuovo che si ritrova... anzi “una" capo: Maria Morena Marano, che si accompagna ad una esclusiva sostituto procuratore:...

il canto dell'anima: Greta la rossa

il canto dell'anima: Greta la rossa di

Milano novembre 1961, periodo in cui la diversità sessuale era ancora considerata una colpa: una malattia nel migliore dei casi... Il freddo, la nebbia, le cronache giornalistiche del “sbatti il mostro in prima pagina”… è quanto rievoca col ricordo nel 2001 il maturo avvocato Luigi Lulli al capezzale di Graziella Garbo morente: il suo incontro di studente in legge con lei, ex partigiana,...

Le collezioniste

Le collezioniste di

Potere, follia, sesso, delitto. Forse le quattro parole chiave che preludono a una quinta: genio. Il dramma raccontato ne "Le collezioniste" è ispirato dalle quattro chiavi per giustificare quella quinta possibile all'essere umano (humus, terra putrida ma fertile), che normalmente assomma nella valenza mentale solo le prime quattro..., che eccezionalmente sintetizza nella quinta il...

LA FACCIA DIDIETRO

LA FACCIA DIDIETRO di

La borghesia deve fare i conti con le compulsioni dell’animale uomo. La faccia che si mostra agli altri umani simili, quella davanti, dialoga talvolta con quella che si nasconde, quella di dietro, cercando un compromesso che si adatti alla esigenza dell’una per gli altri e dell’altra per sé stessi: da salvaguardare con la menzogna assunta a metodo per “sentirsi meno male” magari punendosi,...

GENIUS

GENIUS di

Dopo "magus" (ovvero "il commissario e la voce") e "lupus", "genius" è il terzo romanzo giallo ermetico della saga del commissario Ariano... L'immortalità, quale ovvia conseguenza dell'eterna giovinezza, è l'ultimo scalino della risalita umana alla divinità: col paradosso che questa debba accadere, come al tempo di Caino e Abele, con il delitto... La ricetta per la vita eterna necessita dei...