Diario: Gioie e tormenti coniugali

Compra su Amazon

Diario: Gioie e tormenti coniugali
Autore
Giovanni Lisci Giovanni Lisci
Pubblicazione
24/05/2021
Enrico è un uomo ormai settantenne che ora vive anonimamente in una elegante casa al centro di Firenze. È una persona che conosco da anni, potrei definirlo un amico di vecchia data. Ci siamo frequentati per anni ed ho imparato a conoscerne i pregi e i difetti, ma soprattutto ho imparato a conoscerne la sua vita privata, lui mi ha reso partecipe della sua vita intima, dei suoi segreti.
È sposato con Elisa, una donna molto bella e con una eleganza innata, originaria della vicina Livorno.
I due conducevano una vita al limite dell'impossibile che, segretamente, sfociava nel vizio e nel peccato, nella lussuria più profonda e nell’umiliazione di lui.
Un'umiliazione che Enrico, soggiogato dalla bellezza e dall'autorità di lei, subiva passivamente, ma che lo appagava totalmente, estasiandolo.
Enrico vedeva transitare a casa sua i migliori “amici” di lei e se lei non trovava “amici disponibili” toccava a lui portare a casa degli uomini per lei, li cercava, li selezionava con attenzione in modo che fossero perfetti per il godimento di lei, ma anche per il suo piacere di essere umiliato: era alla ricerca di uomini dominanti, i Master, più sarebbero stati capaci di sottometterla e di sbatterla con violenza sino a lasciarla senza fiato e più lui sarebbe sprofondato nel più torbido piacere di vivere da cornuto contento, che vergogna, ma che emozione!
Fu durante un mio viaggio di lavoro all’Argentario che li conobbi, ovviamente prima Enrico e poi Elisa e poi iniziò una frequentazione che durò per anni, da veri amici, un trio collaudato e felice, ma poi, come per tutti i periodi della nostra vita, anche quello terminò.
Enrico mi confidò che avrebbe voluto scrivere un libro su di sé, partendo dalla sua particolare infanzia e ripercorrendo tutti gli avvenimenti che lo hanno portato ad essere, nel bene e nel male, quello che è diventato.
Forse è stato animato dalla voglia di spiegare, di giustificarsi nei suoi stessi confronti del rapporto oltre i limiti comuni che lo legava a Elisa, ma certamente emergeva un grande amore, torbido, passionale, ma capace di capire, perdonare ed esaltarsi nei difetti, nei vizi e nelle voglie irrefrenabili del suo grande amore.
Alla morte di lei, ormai rimasto da solo, con un gesto inaspettato mi consegnò il suo diario dove aveva riportato rigorosamente le sue esperienze.
Così inizierò ad esporle e racconterò la storia dall'inizio, come riportata sul diario.

Biografia: Giovanni Lisci, nasce nel 1948 ad Arbus in provincia di Cagliari.
La sua famiglia si trasferisce un anno dopo a Gonnosfanadiga, paese originario del padre. A ventidue anni emigra a Castelfranco Emilia, dove intraprende l’attività di impresario nella ristorazione.
Gestisce diversi locali: bar, ristoranti, pizzerie, sale da gioco e altre attività del settore.
Nel 2013 si ritira in pensione. Nel 2017 pubblica il suo primo romanzo, “Una vita in fumo”, ispirato alle sue esperienze di vita e di lavoro. Nel 2019 pubblica “All’inferno e ritorno”, la sua seconda fatica letteraria, un romanzo completamente di fantasia.
È nel lontano 2000, durante una vacanza di lavoro all’Argentario, che conosce Enrico e poi sua moglie Elisa.
Nasce una bella amicizia che entra poi nella vita intima della coppia e che durerà diversi anni.
Finita questa esperienza con la coppia si perdono di vista e si ritrovano nell’anno 2020, con Enrico ormai vedovo. Consegna all’amico Giovanni il diario della sua vita chiedendogli di farne un libro, che ha cercato di riportare il tutto nel miglior modo possibile in questa sua terza fatica letteraria, come da Enrico richiesto.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Giovanni Lisci

ALL'INFERNO E RITORNO: lettere a Serena

ALL'INFERNO E RITORNO: lettere a Serena di Giovanni Lisci Giovanni Lisci

In questo romanzo interamente di fantasia, ho voluto raccontare la storia di un ingegnere italiano che si reca per lavoro in un paese immaginario dell'Africa centrale e va incontro a diverse disavventure. Rapito da un gruppo di terroristi, dopo un agguato e dopo aver fatto saltare la liberazione per un avventato tentativo di fuga, viene venduto come schiavo a uno spietato padrone. Lì si svolge ...