Gli orizzonti del cerchio: 11 (Chew-9)

Compra su Amazon

Gli orizzonti del cerchio: 11 (Chew-9)
Autore
Franco Forte
Editore
Delos Digital
Pubblicazione
25 febbraio 2014
Categorie
RACCONTO LUNGO FANTASCIENZA - Quando finzione e realtà si confondono, forse è solo il prodotto di una mente soggiogata dal Chew-9

La vita sul pianeta si è estinta. La guerra nucleare ha cancellato ogni forma di vita, e i pochi esseri umani rimasti si trascinano tra le fornaci radioattive che eruttano morte, cercando di sopravvivere come possono. Solo Virtuo ha qualcosa in più degli altri, che lo rende il signore incontrastato di quel mondo allo sfacelo: una scorta di Chew-9, la potente droga del benessere. E alcune cartucce di simulazione virtuale che possono rendere la vita meno terribile di quanto non sia. Finché qualcuno non si accorge che realtà e finzione, nell'universo allucinato del Chew-9, troppo spesso si confondono... 

Franco Forte è autore di bestseller quali "Carthago", "Il segno dell'untore" e "La Compagnia della Morte" (tutti Mondadori), sceneggiatore televisivo ("RIS - Delitti imperfetti", "Distretto di Polizia") e direttore editoriale delle collane da edicola Mondadori (Urania, Gialli Mondadori e Segretissimo). Per Delos Digital è autore delle serie horror bestseller "The Tube" e "The Tube Exposed". Il suo sito: www.franco-forte.it

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Franco Forte

Il segno dell'untore: La prima indagine del notaio criminale Niccolò Taverna (Omnibus)

Il segno dell'untore: La prima indagine del notaio criminale Niccolò Taverna (Omnibus) di

Milano, anno del Signore 1576. Sono giorni oscuri quelli che sommergono la capitale del Ducato. La peste bubbonica è al suo culmine, il Lazzaretto Maggiore rigurgita di ammalati, i monatti stentano a raccogliere i morti. L'aria è un miasma opaco per il fumo dei roghi accesi ovunque. In questo scenario spettrale il notaio criminale Niccolò Taverna viene convocato dal capitano di Giustizia per ri...

Carthago: Annibale contro Scipione l'Africano (Omnibus)

Carthago: Annibale contro Scipione l'Africano (Omnibus) di

Nel 218 a.C. Cartagine non è più la potenza che ha regnato incontrastata per cinquecento anni sul Mediterraneo: la disfatta patita nella Prima guerra punica ha fatto di Roma la nuova signora dei mari e delle terre conosciute fino a Oriente. L'orgoglio dei cartaginesi, però, reclama vendetta. Il giovane Annibale, cresciuto nell'odio per i romani, decide di sfidare apertamente l'Urbe e at...

Roma in fiamme: Nerone, principe di splendore e perdizione (Omnibus)

Roma in fiamme: Nerone, principe di splendore e perdizione (Omnibus) di

È da poco spuntata l'alba quando la levatrice accoglie dal grembo di Agrippina il piccolo Nerone. Nonostante sia un freddo giorno di gennaio, il cielo è terso e il sole illumina il neonato mentre si trova ancora nell'abbraccio della levatrice. Non c'è alcun dubbio, l'auspicio è quanto mai favorevole: Lucio Domizio Enobardo - Nerone, come vuole la madre - è un predestinato. Erediterà la forza e ...

Cesare il conquistatore. Alle sorgenti della vita

Cesare il conquistatore. Alle sorgenti della vita di

Giulio Cesare non è morto, durante la congiura delle Idi di marzo. Stanco della vita fatta di intrighi politici, corruzione e continui scontri con i senatori della Curia, ha inscenato la propria morte insieme a Bruto. E dopo essere scomparso dalla vita politica di Roma, è tornato al comando di un manipolo di uomini ben addestrati e pronti a tutto, la Legio Caesaris, con l'intento di esplorare l...

Fame (Chew-9)

Fame (Chew-9) di

RACCONTO LUNGO (29 pagine) - FANTASCIENZA - Un nuovo capitolo della saga di fantascienza del millennio, da parte del suo creatoreIl Chew-9, la droga del benessere, può fare qualsiasi cosa. E forse senza neppure che siano le persone che ne abusano a sfruttarla per i loro scopi. Forse il Chew-9 è una vera e propria entità, che può diffondersi nei corpi e contagiare il genere umano come una creatu...

Cesare l'immortale

Cesare l'immortale di

Perché, poco prima delle Idi di marzo, il giorno fatidico in cui venne ucciso, Giulio Cesare rinunciò a essere accompagnato dalla scorta? E perché proprio Bruto e Decimo, gli uomini più vicini al dittatore, avrebbero dovuto desiderarne e organizzarne la fine? Perché, mentre si recava alla Curia, il dittatore di Roma ignorò tutti coloro che lo avvertivano che sarebbe stato vittima di un complott...