Itavar - Il paese dei vivi morenti (Fantasy)

Eclettico. Questo l'aggettivo più indicato per un Autore come Vincenzo Russo, capace di passare con disinvoltura dalla secca cronistoria del suo romanzo autobiografico Due tocchi di gel sopra i miei capelli bianchi ad una delicata storia fantasy per bambini, ma sicuramente piacevole per tutte le età. Russo, infatti, ha il dono di saper amalgamare con perfetta padronanza elementi cari alla letteratura dell'infanzia, a tematiche "alte” che ci parlano di malattia, coraggio, abnegazione, valori sportivi e di sentimenti - in primis l'amore - capaci di superare anche le difficoltà più insormontabili. Senza dimenticare lo sguardo disincantato, caro all'autore, in grado di parlarci della realtà di un Paese, stavolta irreale, ma così simile al nostro, in cui storture, egoismo e ambiguità la fanno da padrone.
Itavar - Il Paese dei vivi morenti è molto più che un libro fantasy: è un racconto di formazione in cui la storia di Andrea, bambino per il quale tornare a calciare un pallone e vincere la finale di un campionato mondiale di club è diventato un sogno da quando un crudele destino lo ha reso disabile e costretto a vivere su una sedia a rotelle, è solo una delle molteplici e sfaccettate tematiche che ne formano l'impalcatura.
Se la vita è un susseguirsi di emozioni, ora drammatiche, ora portatrici di gioia, il nuovo libro di Vincenzo Russo riesce a coglierne gli aspetti più minuti e gli smarrimenti più abissali.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Vincenzo Russo

Un viaggio colorato in bianco e nero (Contemporanea)

Un viaggio colorato in bianco e nero (Contemporanea) di

La poesia e la fotografia. Una similitudine centenaria, una simmetria perfetta di parole e silenzio che raggiunge la massima espressione, soprattutto se le immagini sono in bianco e nero e se i versi si lasciano immaginare. Accompagnata da una composizione di foto del fotografo brasiliano Alexandre Guida, Viaggio colorato in bianco e nero è un’antologia di poesie, scritte in tre diverse fasi...

Due tocchi di gel sopra i miei capelli bianchi - II Edizione (Autobiografico)

Due tocchi di gel sopra i miei capelli bianchi - II Edizione (Autobiografico) di

Se si ha un’età oltre i cinquant’anni e se si torna nel proprio paese in piena crisi e senza lavoro dopo qualche anno passato in un paese emergente, si può arrivare perfino a pensare di essere ingombranti e senza speranza, poiché nessuno è in grado di trovare una soluzione a questa crisi. Occorre reinventare il proprio futuro dopo l’illusione che il benessere potesse essere un bene alla portata...

Due tocchi di gel sopra i miei capelli bianchi (Autobiografico)

Due tocchi di gel sopra i miei capelli bianchi (Autobiografico) di

Ritrovare il lavoro e la dignità. Sono diventati due paradossi che hanno il sapore di amaro per l'Italia di oggi, in piena crisi. Chi ha il coraggio a cinquant'anni di mettersi alla ricerca di un "lavoro" (parola magica, spesso, accostata al valore di "dignità"), dovrà superare faticosamente le barriere dei numeri (l'età, lo stipendio) e quelle finanziare (zero risorse) che l'economia mondiale...