LAVINIA: UNA VECCHIA STORIA (Romanzieri Francesi XIX e XX secolo)

Lavinia con il sottotitolo Una Storia Antica, è una novella pubblicata nel 1833 che ha come protagonisti un lord inglese in procinto di sposarsi e una delle sue antiche amanti. In questo racconto, scritto nel periodo giovanile, la scrittrice parigina, come spesso le è accaduto, si specchia nella sua protagonista, donna lontana dalle convenzioni, femminista quanto basta, e capace come lei di praticare attività inusuali e frequentare luoghi interdetti alle signore.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di GEORGE SAND

SIMON (Romanzieri Francesi XIX e XX secolo)

SIMON (Romanzieri Francesi XIX e XX secolo) di Gianluca Ricci Gianluca Ricci

Un nobile, datosi alla macchia all'epoca della Rivoluzione francese, per cercare fortuna in Italia, dopo la Restaurazione si riappropria del proprio blasone, accompagnato dalla giovane figlia veneziana, un avvocato di grido che prende sotto la sua ala protettrice l'ultimo figlio di un'anziana contadina, ambedue dalle solide convinzioni repubblicane e rispettivamente nipote e sorella dell'antico...

La piccola Fadette (Le Grandi Scrittrici)

La piccola Fadette (Le Grandi Scrittrici) di George Sand Neri Pozza

Un’oscura credenza vuole che due fratelli gemelli non possano vivere insieme senza danneggiarsi a vicenda, e che spesso solo la morte di uno dei due possa garantire all’altro di crescere bene. Così, quando nella famiglia Barbeau nascono i gemelli Landry e Sylvinet, la levatrice non esita a mettere in guardia i genitori: occorrerà impedire che i due fratelli passino troppo tempo insieme, per far...

Un inverno a Maiorca

Un inverno a Maiorca 1 di George Sand L'Iguana

Perché viaggiare se non si è costretti? Un inverno a Maiorca è la cronistoria della disfatta totale, geografica e sentimentale, che porta George Sand a schierarsi con i sedentari. «Tutti noi, quando abbiamo un po' di tempo libero e di denaro, viaggiamo, o piuttosto fuggiamo, perché non si tratta tanto di viaggiare quanto di partire, capite? Chi non ha un dolore da cui distrarsi o un giogo di ...