I vestiti che non metti più

Compra su Amazon

I vestiti che non metti più
Autore
Luca Murano Luca Murano
Pubblicazione
01/09/2021
Categorie
Chi siamo quando nessuno ci osserva? Possiamo davvero sentirci al sicuro? È realmente plausibile, in tali circostanze, riuscire a indossare e sfoggiare la parte più limpida di noi stessi? I protagonisti dei racconti che compongono la presente silloge prendono vita tra le pagine col desiderio di rispondere a queste domande, compiendo azioni apparentemente insigni canti e che invece restituiscono alle storie autenticità e tutta la grazia che può nascondersi dietro le banalità, le paure, le sofferenze e le speranze di cui sono intrinseche le loro esistenze. Una raccolta di outfit dimenticabili, ma di reazioni e gesti indimenticabili perché radicati in profondità in ognuno di noi. Uomini e donne sull’orlo della perdizione, studenti squattrinati, scrittori precari, giocatori d’azzardo, genitori sciagurati e figli egoisti che, con ironia e disincanto, scavano a fondo nella loro interiorità solo per scoprirsi vulnerabili, fallibili e, proprio per questo, umani.

Luca Murano Commento dell'autore

In verità, non ho mai scritto questo libro. O meglio, non l'ho mai concepito nella sua interèzza. Ho sempre avuto grande feeling con le short stories, e nel 2018 è uscita la mia prima antologia "Pasta fatta in casa - sfoglie di racconti tirate a mano" (Bookabook). Dopo questo esordio, però, ho deciso di cimentarmi col mondo variegato ed in continuo fermento delle riviste letterarie italiane. In questi ultimi anni l’universo di cui fanno parte queste riviste, così come quello dei collettivi di scrittura, è in costante crescita e il loro ruolo all’interno del panorama editoriale è sempre più autorevole. Non più, e non solo, palestre per gli aspiranti scrittori, bensì realtà tangibili e originali dove fare letteratura e scoprire nuova narrativa.

A inizio 2021, poi, legando insieme alcuni racconti per omogeneità di tematiche, senso d'urgenza e atmosfere, ho lentamente realizzato che potessi aver fra le mani abbastanza materiale per un'altra silloge. Successivamente, con il prezioso aiuto di Laura Montuoro dell'agenzia letteraria Grafein l'idea di questo libro ha preso definitivamente forma e, nei mesi successivi, dopo l'incontro con l'editore Dialoghi, si è trasformata nel libro che avete davanti.

E se "I vestiti che non metti più" è nato lo deve fondamentalmente a questa scena. Ad alcune di queste riviste, quindi, i miei ringraziamenti più sinceri: “biró”, “Bomarscé”, “CrunchEd”, “Dalla Finestra”, “Downtobaker”, “E(i)sordi”, “Grande Kalma”, “Il Fuco”, “Inchiostro”, “Liberi di scrivere”, “Malgrado le mosche”, “Mirino”, “Quaerere”, “Risme”, “Rivista Blam!”, “Rivista Waste”, “Spazinclusi”, “Streetbook Magazine”, “Three Faces”, “’'tina”, “Voce del Verbo” e “The Bookish Explorer”.

Una gestazione molto poco convenzionale, insomma, ma altrettanto soddisfacente.

La mission di questi racconti, se così possiam dire, è tentare di mostrare i protagonisti per quello che sono quando nessuno li osserva (o quando credono che nessuno li stia guardando). Il ritratto che ne vien fuori, però, non è sempre benevolo. Anzi, molto spesso i personaggi vengono filtrati da lenti che ne mettono in risalto difetti, nevrosi e goffaggini più o meno evidenti. Ma è proprio così che, inconsapevolmente, restituiscono autenticità al lettore. La loro vulnerabilità è il fulcro attraverso il quale si declinano queste storie. E per i lettori imbattersi nelle loro vicissitudini sarà un po' come guardarsi allo specchio e provare uno strano senso di familiarità. Come quello che proviamo per un vestito che adoravamo e che ora prende polvere in un armadio di casa...

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Luca Murano

Pasta fatta in casa

Pasta fatta in casa di Luca Murano Luca Murano

Pasta fatta in casa è una raccolta di racconti incentrati sull’agio e sul disagio dei vari protagonisti. Essi, slegati l’uno dall’altro, sembrano però raccontati dalla stessa voce narrante che si declina in più storie, aprendo il sipario su ambientazioni urbane, diversi fraintendimenti, malesseri autentici e problematiche poco originali. Fra queste pagine non troverete eroi morali o paladini ...