La casa nella valle

Compra su Amazon

La casa nella valle
Autore
Domenico Arezzo Domenico Arezzo
Pubblicazione
20/05/2021
Categorie
O cavallina, cavallina storna che portavi colui che non ritorna. Lo so lo so, che tu l’amavi forte! Con lui c’eri tu sola e la sua morte” (Pascoli). L'esempio è irriverente e mi scuso con Pascoli ma serve per farvi capire.
La tristezza, l’amore, il lutto, tutto in poche strofe, ci sono casi in cui esprimersi in modo non usuale ha uno scopo ben preciso e proprio adesso, in questo preciso momento, voglio lasciare il lettore nella condizione di rimanere sospeso. Questo è un libro in cui tutto è misterioso sin dalla prima parola, e il ritmo dato al racconto manifesta questa scelta. Sembra un raccontino innocuo ma non lo è affatto. L’obiettivo e lo so che è ambizioso è smuovere la coscienza, andare in profondità, scendere nelle tenebre del cuore del protagonista e soprattutto del nostro.

Domenico Arezzo Commento dell'autore

Il romanzo della Casa nella Valle nasce dopo un lungo periodo di silenzio interiore amplificato dalla lettura di saggi, dall'impegno all'ascolto, dalla preghiera e dall'introspezione. Viene così alla luce un romanzo di sole 80 pagine, cadenzato da una rima che lo accompagna fino all'epilogo in cui accade l'impensabile. Niente è come sembra. Proprio come spesso avviene nelle relazioni familiari e amicali e in genere nella vita dell'uomo.

Vi lascio con questa riflessione: se l'horror si potesse definire nei suoi contorni ecco questo libro lo impersonerebbe. Ma non si tratta dell'horror classico che siamo abituati a vedere al cinema. La casa nella valle è tutto ciò che nessuno di noi vorrebbe ammettere di se stesso, è la sporcizia che viene abilmente nascosta nei meandri del cuore.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Domenico Arezzo

Orizzonte rosso sangue

Orizzonte rosso sangue 1 di Domenico Arezzo Domenico Arezzo

Un grave fatto di sangue ferisce una piccola e giovane borgata della Sicilia Orientale. In una tranquilla mattina della primavera del 1880 una giovane donna trova il corpo senza vita del marito. Sulla scena del crimine accorre quasi tutto il paese. Tra i contadini, molti dei quali analfabeti, c’è Nenè, un ragazzo zoppo dal corpo tozzo e dall’intelligenza viva che ha studiato e sogna, un giorno...