Eclissi di rossa tenebra ermetica

Incarniamo, metafisici, i torpori laceranti che si riflettono in acque torbide dagli effluvi cristallini.

Nell'apparente, sibillina opalescenza trascendente, evochiamo spiriti notturni.

A brace di selvatico amor vitale e brado, rifulgiam d'immensità. Misceliamo le emozioni che celammo, rischiarandole dalla sepoltura che invero non è tale. Dalle segre(ga)te anime, veleggianti in ancor sospirarsi, immolate al crepitar magmatico di lune levanti, da come c'adombrammo in vitrei sepolcri della nostra taciuta nudità, afferriamo la moribonda astrazione nelle congiunzioni ludiche con l'infinitezza universale e i rotanti astri lucenti che orbitano ultraterreni in spazioso espanderci, ampliar gli orizzonti percettivi, planando decadenti in grotte spirituali della più pindarica esistenza.

Tra anfratti neri scoperchiati, vasi di Pandora d'un rinnovato amore vitale, ci slanciamo intrepidi, scagliam frecce arcuate d'alabastro profumato, con candore e ori adorniamo l'anima nel fugarla, sviscerati a nervi arcani e romantici, poderosi come un arrugginito, grintoso e ruggente leviatano che s'inabissa negli oceani, s'oscura d'oltretomba marina per poi abbacinarci, nella sua levigata freschezza, in energici raggi dardeggianti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Stefano Falotico

La satanica brama del fatale languore

La satanica brama del fatale languore di Stefano Falotico Youcanprint

La donna per la quale, al fine di giacervi e compenetrarmi nella sua lussuria infiammante, sconsacrando ogni mia illibatezza e ogni mia pura pudicizia linda, pattuii un contratto mefistofelico con Lucifero... Nell’arcana e opalescente Venezia più funerea, dopo le mirabolanti peripezie fantasmagoriche ed eroticamente morbose raccontatevi ne Il diavolo è un giocattolaio e narratevi poi con ...

La satanica brama del fatale languore

La satanica brama del fatale languore di Stefano Falotico

La donna per la quale, al fine di giacervi e compenetrarmi nella sua lussuria infiammante, sconsacrando ogni mia illibatezza e ogni mia pura pudicizia linda, pattuii un contratto mefistofelico con Lucifero... Nell’arcana e opalescente Venezia più funerea, dopo le mirabolanti peripezie fantasmagoriche ed eroticamente morbose raccontatevi ne Il diavolo è un giocattolaio e narratevi poi con ...

Il candore svelato

Il candore svelato di Stefano Falotico Youcanprint

Dopo le erotiche avventure narratevi ne Il diavolo è un giocattolaio, ancora qui vi racconto della torreggiante, bizantina, tetra Venezia, torbidamente sensuale e avvinghiante come un onirico sogno ancestrale, dalle cui maree cupamente ondose, nudamente riemergerà il cadavere infernale di un uomo smarritosi nelle infinità infernalmente languide del suo inarrestabile desiderio passionale e ...

Il candore svelato

Il candore svelato di Stefano Falotico

Lei simbolizza la peccaminosità più maliarda sensualmente luciferina fattasi carne... Dopo le erotiche avventure narratevi ne Il diavolo è un giocattolaio, ancora qui vi racconto della torreggiante, bizantina, tetra Venezia, torbidamente sensuale e avvinghiante come un onirico sogno ancestrale, dalle cui maree cupamente ondose, nudamente riemergerà il cadavere infernale di un uomo smarritosi ...

Il diavolo è un giocattolaio

Il diavolo è un giocattolaio di Stefano Falotico

E respiro il profumo del mio sangue, così tanto leggiadramente, perversamente agonizzando... La mareggiante, bizantina Venezia si erge foscamente mattiniera e fiocamente dardeggiante mentre un uomo, immerso nella tetraggine d’una solitudine mortifera, riflette pacatamente sul suo crepuscolare destino oramai lacerato e imbrunito. Così inaridito e obnubilato da una schiumosa, nera cascata di ...

La leggenda di King Kong

La leggenda di King Kong di Stefano Falotico

La pioggia scendeva intanto ancor più robusta, erompendo come un fiume arcano di magmatica, incandescente lava esoterica a bagnar e bruciar d’acqua gelata i loro volti contorti da smorfie spaventevolmente estasiate. Kong! Urlavano adesso Kong, Kong, Kong! Un classico intramontabile della cultura pop e fantastica, rielaborato letterariamente per forgiar di vigorosa lucentezza la nostra ...