Il caso Veronese - L'ultimo mistero al Lago di Garda

Compra su Amazon

Il caso Veronese - L'ultimo mistero al Lago di Garda
Autore
Eugenio Ardito
Pubblicazione
20 novembre 2013
Categorie
Da sempre la leggenda e la verità sono

separate da una linea sottile, una lama sulla

quale stanno in equilibrio e che le fa

pendere da una parte o dall'altra in relazione

alle circostanze, alle interpretazioni o, più

semplicemente, alla volontà di chi le rivela.

Il caso di Walter Veronese rientra in pieno in

queste ipotesi, malgrado le indagini e le

verifiche effettuate a tutto campo da parte

della polizia, di eminenti psichiatri,

addirittura di studiosi del paranormale che

furono segretamente incaricati di studiare il

caso da parte della magistratura, quale

ultima possibilità per cercare di attribuire a

quello che era avvenuto, o che si era

2

creduto fosse realmente avvenuto, almeno

una parvenza di realtà.

Ma oggi, a distanza di anni, il caso Veronese

rimane un mistero.

Se si fosse trattato semplicemente del

racconto di una persona, alla quale attribuire

disturbi più o meno gravi della personalità,

malgrado agli esami più che approfonditi da

parte di autorità del settore psichiatrico non

avesse mai mostrato alcun segnale, per

quanto debole, che potesse dirigere le

indagini e quindi i risultati eventuali in quel

senso, una seppur discutibile soluzione si

sarebbe trovata. E il caso sarebbe stato

chiuso.

Ma c'erano delle prove, visibili e indiscutibili

di quello che di orribile era avvenuto, prove

concrete che conducevano ad una soluzione

ed una soltanto: I fatti sono accaduti

realmente. Ma è impossibile che siano

accaduti.

3

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Eugenio Ardito

L'uomo che ingannò la morte

L'uomo che ingannò la morte di

Il sole cominciava ad apparire, l'alba. L'ora giusta per un gita nel bosco. Charlene stava preparando la colazione: caffè nero, spremuta d'arancia e toast. Dovevo decidermi a lasciare il letto, comodo e caldo. La sveglia segnava le cinque e mezzo, pensai di resistere ancora qualche minuto. Non di più perché mi avrebbe buttato giù. Con le solite buone maniere.Charlene è un tipo adorabile, con i...