Cronache di vascello del capitano Aquindici, disperso sul pianeta dei barbari (Le Storie)

Compra su Amazon

Cronache di vascello del capitano Aquindici, disperso sul pianeta dei barbari (Le Storie)
Autore
Silvana De Mari
Editore
Lindau
Pubblicazione
16 luglio 2013
Categorie
Ilaria è una ragazza che non sa di essere bella. È determinata, generosa, vuol bene ai suoi genitori; ma non è magra. I ragazzi la prendono in giro, la evitano e lei si rifugia nella musica e nel canto. Un giorno, la vigilia di Natale, tutta quella vitalità viene fermata. Da un camion. Ilaria si trova attaccata a una macchina, incapace di parlare, incapace di vivere.
Aquindici è un alieno, grande un centimetro e mezzo: è immortale e la sua specie da molto tempo ha superato in tecnologia e sapienza quella umana. Durante una spedizione si trova sulla Terra, dove è costretto a rimanere per alcuni mesi, e proprio sul nostro pianeta, rozzo e antiquato, così lontano dalla sua perfetta galassia, incontra Ilaria, o meglio la sua coscienza. Da questo contatto entrambi riceveranno la capacità di vivere: lei riavrà il suo corpo e imparerà a essere bella, lui scoprirà la morte, dopo aver capito che è la condizione necessaria per avere la vita.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Silvana De Mari

Sulle ali della libertà

Sulle ali della libertà di

Questo romanzo parla di un rapimento, di due fanciulle e due uomini che le amano, di coraggio e dolore, di un viaggio nell'azzurro abbacinante del mare che diventa un viaggio dell'anima. Un uomo di terribile avarizia e un uomo di terribile crudeltà sono i due mostri che tengono in pugno la vita delle persone. Le due fanciulle rapite, Isabella e Gertrude, sono all'inizio del libro signora e came...

Santa Maria Capua Vetere, provincia di Caserta, 1943 (Le Storie)

Santa Maria Capua Vetere, provincia di Caserta, 1943 (Le Storie) di

La Torre delle Civette era stata costruita per avvistare le navi nemiche, dopo l'invasione saracena; in seguito era diventata una prigione, prima di andare in rovina. Un giorno, un bambino, orfano e grassottello, proprio in quella torre in cui il dolore e la fine della speranza avevano regnato, scopre qualcosa a cui aggrapparsi, per dimenticare la derisione di cui è fatto oggetto il suo corpo e...

Il cavaliere, la strega, la morte e il diavolo (Le Storie)

Il cavaliere, la strega, la morte e il diavolo (Le Storie) di

Sicilia medievale, IX secolo dopo Cristo. Le truppe islamiche devastano l'isola, non si fermano di fronte a vecchi, donne e bambini. Sono poche le luci che rischiarano questa notte terribile e sanguinosa, e non cavalieri addestrati, non crociati con gli stendardi al vento. Sono invece una strega, rea di conoscere il latino e le erbe, un cavaliere musulmano, reietto, rivoltatosi contro la sua te...

Capua 1860 (Le Storie)

Capua 1860 (Le Storie) di

Giacomo è un nobile, ma non ha una carrozza personale, non ha falconi da compagnia, nessuno lo riverisce. Suo padre è il Cavaliere di Montepuzzuto, disprezzato in egual modo dai contadini e dagli aristocratici; per la sua famiglia l'unica ambizione è di essere ricevuti a corte e pazienza se non mangiano e pazienza se la vecchia Donna Concetta, l'unica che aveva fatto prosperare il casato, viene...

La nuova dinastia

La nuova dinastia di

Mi chiamo Astridius, principe dei folletti, re degli stracci, ultimo miserabile rampollo di una stirpe perseguitata, e in questo libro racconto la mia storia. Sono figlio di un uomo buono giustiziato con una falsa accusa di stregoneria, per il fatto di essere un divinatore. Questo è il nome che danno a coloro che possono vedere i folletti, creature fatte di aria e di follia. Vederli e ascoltarl...