La mano sinistra di Dio: Trilogia della Mano Sinistra di Dio [vol. 1] (Narrativa Nord)

Non lasciatevi ingannare. Si chiama Santuario dei Redentori, quello in cima a Shotover Scarp, ma è un luogo che non dà nessun rifugio e offre ben poca redenzione. Anzitutto è circondato, a perdita d'occhio, da un'arida boscaglia, è avvolto da una perenne coltre di fuliggine ed è così grande che è facilissimo perdersi, proprio come ci si perderebbe in una landa desolata. Poi ci vivono più di diecimila ragazzi, tormentati dalla fame e dal gelo, costretti a pregare e a fare penitenza, stremati da punizioni brutali e da un addestramento sfibrante. E tutto perché i Redentori hanno un disperato bisogno di soldati da mandare in guerra contro gli Antagonisti, contro coloro che non credono in nessun Dio. Una guerra che dura ormai da due secoli.
Questa è stata la vita di Cale da quando, dieci anni prima, è stato strappato alla sua famiglia e condotto nel Santuario. Adesso Cale di anni ne ha quattordici: il suo passato è stato cancellato, il suo presente è un inferno e il suo futuro è la morte sul campo di battaglia. La stessa fine di tutti suoi compagni.
Però Cale non è come gli altri.
Non si lamenta, non rimpiange, non protesta. Il suo sguardo è freddo e spietato, il suo cuore è calmo e risoluto, la sua mente è lucida e determinata.
Perché Cale ha un piano.
Deve fuggire.
Ma non si può sfuggire al destino.
Perché, dopo aver abbandonato il Santuario, Cale si ritroverà in un mondo ancora più crudele e pericoloso. Un mondo in cui bisogna combattere con le armi e con l'astuzia. Un mondo che regala l'amore soltanto per strapparlo via. Un mondo in cui amici e nemici hanno lo stesso volto. Un mondo che aspetta e teme colui che forse lo distruggerà: la Mano Sinistra di Dio…

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Recensione Nord “La mano sinistra di Dio” di Paul HoffmannLaura

Questo libro è ambientato in un periodo non meglio specificato ma che dovrebbe identificarsi col Medioevo, e già questo è il primo punto a suo favore: se non specifichi il momento storico in cui ambienti il tuo romanzo non devi attenerti a fonti storiche ma puoi scrivere ciò che vuoi, e in più è un “mondo” che – almeno a me – affascina molto. C’è azione, psicologia, mistero, strategia, ci sono tutte le cose che servono a scrivere un buon libro. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Paul Hoffman

Il battito delle sue ali: Trilogia della Mano Sinistra di Dio [vol. 3] (Narrativa Nord)

Il battito delle sue ali: Trilogia della Mano Sinistra di Dio [vol. 3] (Narrativa Nord) di

Dicono che sia un condottiero spietato e infallibile. Dicono che abbia mandato al massacro centinaia di soldati soltanto come monito per il resto dell'esercito. Dicono che al suo passaggio non restino altro che morte e distruzione.Ma tutto ciò appartiene al passato. Thomas Cale infatti è gravemente malato: il suo corpo è ormai allo stremo e anche la sua mente ha perso la lucidità di un tempo....