La taverna del cervo (la stanza della palingenesi)

Nel romanzo "La taverna del cervo” viene rivelato un segreto antico che permetterà all'umanità di vivere una vita lunghissima e priva di malattie. Un segreto conosciuto in passato solo da una ristretta cerchia di persone, di cui facevano parte gran sacerdoti, Re e maghi. All'alba del nuovo millennio, l'autore ritiene che buona parte dell'umanità, abbia raggiunto un livello di consapevolezza tale, da affrontare questa nuova sfida. Il segreto permetterà all'umanità di evolversi come mai era stato possibile prima, cambiando completamente la vita come oggi la conosciamo. La vita dell'uomo non sarà più ristretta ai 70 - 80 anni di oggi, ma bensì, durerà per tempi fino ad oggi inimmaginabili.


I protoni solari con energia superiore ai 30 MeV sono particolarmente pericolosi. Nel mese di ottobre del 1989, il Sole produsse particelle tanto energetiche da poter causare la morte di un astronauta che si fosse trovato sulla Luna con la sola protezione della tuta spaziale.

"Torino 21/12/2012

Può darsi, caro lettore, sarai tentato di credere che le cose raccontate in questo libro , a proposito della stanza della palingenesi, siano solo frutto della mia fantasia.
Niente può essere più lontano dalla verità.
Quello che mi accingo a raccontarti è la storia di Vincenzo Valsesia e della sua intuizione.
Sono sicuro che il lettore attento saprà coglierne il valore."
***
-Aveva preso dal taschino un sigaro, e dopo aver bevuto un sorso di birra si era messo a leccarlo. "Ne migliora l'aroma” disse, addentandone un'estremità e sputandone il superfluo a terra; mi osservava da sopra gli occhiali con la montatura che poggiava storta sul naso. Si grattò il pizzetto, poi si rivolse nuovamente a me:
"È questo che pensi?” chiese.
"Sì, insomma… Cuore, fiore, amore, cose del genere, no?”
"No”, disse togliendosi gli occhiali. Li appoggiò sul tavolo con un movimento accurato. Infilò una mano in tasca e ne estrasse un fiammifero, accese il sigaro con rumorose aspirazioni e soffiò sulla fiamma rimanendo a guardarmi attraverso il fumo che si sprigionava da esso.
Dio santo, io a teatro non c'ero mai stato, ma quello lì si muoveva proprio come immaginavo dovessero muoversi gli attori su un palcoscenico; o erano gli attori che copiavano dagli uomini come lui? Era diverso dagli altri… Non c'erano santi, era diverso. -
***
- Mi dava una strana sensazione avere quell'oggetto tra le mani, lo guardai bene e immaginai tutte le volte che lo aveva usato. Lo aprii e sotto un elastico vi erano allineate sei sigarette; sotto le sigarette una strana incisione, una rosa al centro di una croce e una piccola stella in basso.
"Signor Valsesia, che cos'è 'sto disegno?”
"Lo avevo visto anch'io” mi rispose, "Quel simbolo lì vuol dire solo una cosa… Guai, nient'altro che guai.”

***
- "E dove lo troviamo questo professor Schiapparelli?”
"Qui vicino, è il direttore del Museo delle Antichità Egizie di Torino.”
"Sì, ma cos'è questa stanza?” chiesi spazientito. Il Valsesia mi guardò come a valutare se dovesse rispondermi o no, poi fece un gran respiro e disse:
"È un luogo dove la conformazione delle pareti e della struttura è costruita con particolari accorgimenti… Una stanza dove si può allungare la durata della vita umana fino a tempi inimmaginabili.”

***
Vos elegi e Iseo Venus Victris Invicta Immortalis Aeterna

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Vincenzo Pagano

Psicologo a domicilio: uanema

Psicologo a domicilio: uanema di

Cosa hanno in comune due episodi straordinariamente distanti tra loro: il giorno di chiusura del lunedì dei parrucchieri e barbieri e la battaglia di Salamina. Niente? Oppure….Enrico, psicologo a domicilio, sa che la vita di alcune persone può essere appesa al filo di una falsa rappresentazione e rimanere in bilico per un episodio avvenuto tanti anni fa. Nel suo lavoro presso il domicilio dei ...

La Sospensione del tempo: uanema

La Sospensione del tempo: uanema di

E’ una storia d’amore particolare che ha come riferimento cronologico il 1975 e gli ultimi giorni del 2015.Un intreccio di sogni, incontri all’ombra degli eventi di un anno, spartiacque di un decennio denso di avvenimenti tragici.Un amore che nasce e si chiude in due universi sovrapposti e contigui coinvolgendo personaggi apparentemente distanti tra di loro.Lo scrittore immagina di dialogare co...

Reami di luce

Reami di luce di

Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino. Noi Leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana. E la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ci tengono in vita. Professor John Keating (Robin Williams) dal ...