Morti Bizzarre (Biblioteca inquieta)

"Le disgrazie del nostro prossimo hanno a volte un gusto delizioso e ci procurano gioie inconfessabili", scriveva il critico François Rivière.
Jean Richepin, ben conoscendo, come Léon Bloy suo maestro, questa caratteristica dell'animo umano, ha costruito storie crudeli e piene di suspense i cui protagonisti paiono perseguitati da una atroce fatalità.
L'autore mette in scena una galleria di personaggi – nobili o spiantati, rudi soldati o giovani donne innamorate, studenti, letterati, uomini di scienza o criminali incalliti – tutti segnati da un'ossessione che domina le loro esistenze e le cui vicende il lettore segue passo passo, incerto se compatirli, restarne inorridito, o anche sorriderne a causa dell'humor nero che pervade la narrazione.
Un capolavoro, la cui lettera è sconsigliata soltanto a chi pretende a tutti i costi il lieto fine.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli