Atlante di un uomo irrequieto

“Ho visto…”: così iniziano tutti i settanta episodi di questa narrazione; lo sguardo partecipe e al tempo stesso distaccato di Ransmayr guida il lettore attraverso continenti, epoche, paesaggi del nostro pianeta vicini e lontanissimi, dai vulcani di Giava ai ghiacci del Polo Nord, dalle rapide del Mekong alla corrente del Danubio, dai passi dell’Himalaya all’isola degli ammutinati del Bounty. La concatenazione dei racconti crea una nuova geografia mentale del mondo, che in un susseguirsi di immagini vertiginose fotografa la vita, la morte e il destino dell’uomo sotto tutte le latitudini.

“Ho visto la torre azzurra della Bank of China avvolta dalle fiamme. Spuntava da una nuvola incandescente come la lancetta di un orologio infuocato, poi si inclinò verso il mare, si spezzò e affondò divampando tra i flutti. Dopo la Bank of China anche la fortezza della Hong Kong & Shanghai Banking Corporation, avvolta da fumo e nebbia tropicale, crollò tra sciami di scintille nel mar Cinese meridionale. E già il fuoco aggrediva la Standard Chartered Bank, la City Bank, l’Hopewell Centre, la Wan Chai Tower e infine anche il grattacielo dai luccichii setosi della Bank of America. Hong Kong bruciava.”

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Christoph Ransmayr

Cox o Il corso del tempo

Cox o Il corso del tempo di

Il grande imperatore cinese Qiánlóng, l’uomo più potente dell’epoca, invita alla propria corte a Beijıng il celebre orologiaio inglese Alister Cox. Vuole che costruisca per lui preziosi e raffinatissimi strumenti che sappiano misurare le diverse velocità con cui scorre l’esistenza umana, nei suoi svariati momenti: il tempo dell’infanzia, dell’amore, della felicità, della malattia e del morire. ...