Il processo di Tolosa

Tolosa, 1939. Un giovane professore universitario di storia, Louis Dagobert Plantard de Lorraine, è accusato di aver ucciso il franco-argentino Serge Enriquez, in possesso di informazioni compromettenti sul passato di sua moglie Irene. Nel processo, tutto indiziario, il giovane è condannato, ma durante il trasferimento in carcere viene salvato dai membri di un'associazione segreta, i Priori di Sion, che si credeva estinta nel Medioevo. I superstiti della setta vedono in Louis, che ha riportato alla luce un testo dello scrittore eretico Alain de Albi, un eletto, destinato a sedere sul trono dell'Europa unita che forse nascerà dall'imminente Seconda guerra mondiale. Tutti i personaggi di questo vasto, complesso romanzo di Sgorlon, pubblicato per la prima volta nel 1998, si muovono così alla ricerca di un messaggio, oscuro e rivoluzionario, che cambi le loro vite. E sarà davvero un'incredibile rivelazione a illuminarli, nell'epilogo di una vicenda fino all'ultimo enigmatica e appassionante: una scoperta che ha le sue radici non in un testo, ma nella scienza e nella stessa natura.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Carlo Sgorlon

L'ultima valle

L'ultima valle di

Nella valle alpina la vita scorre con il ritmo antico e severo di sempre, condizionata dai cicli immutabili della natura e dalla persistenza di misteriose credenze millenarie. Ma un giorno un ambizioso ingegnere traccia una strada in mezzo alle vette selvagge e gli uomini della valle, per la prima volta nella loro storia, vengono strappati al secolare isolamento.La cultura tradizionale viene ab...

Il trono di legno

Il trono di legno di

Irrequieto e sognatore, Giuliano vorrebbe seguire le orme del nonno, emigrato dal Friuli fino in Danimarca. E nello stesso tempo vorrebbe vivere d'amore e d'avventura assieme a Flora. Ma c'è un unico luogo in tutto il mondo in cui Giuliano può trovare la pace e vivere in armonia con il mondo: Cretis, un piccolo villaggio nel cuore delle Alpi. Solo qui egli può conquistarsi il diritto di sedere ...

Il Caldèras

Il Caldèras di

Dal vecchio zingaro che l'ha allevato Sindel ha imparato la libertà, la magia di antiche storie tramandate a voce, la fierezza di appartenere al popolo dei rom. Da solo, invece, ha imparato a leggere, a scrivere e, soprattutto, a capire il mondo dei "gagé": gli uomini che, al contrario degli zingari, hanno patria e leggi. Dopo avere a lungo vagabondato a bordo del carrozzone, Sindel si ferma in...

Il Circolo Swedenborg

Il Circolo Swedenborg di

Chi è realmente Ermete Lunati Eudòxios, il protagonista di quest'ultimo romanzo di Carlo Sgorlon? Un uomo che insegue idee bizzarre e che crede di essere in rapporto con forze remote dell'universo? Qualcuno che non si trova a casa nel mondo di oggi e per questo pensa di modificarlo con la forza del suo pensiero? Un benefattore idealista che sa intervenire al momento opportuno nella vita degli a...

Regina di Saba

Regina di Saba di

Il bagliore di un incendio, una breve apparizione, una affascinante figura femminile. Un incontro che si ripeterà, che deve ripetersi: così sogna il ragazzo friulano già innamorato della sconosciuta. È l'inizio di una storia d'amore strana e sofferta, in bilico tra la sensualità di un'attrazione e lo sguardo violento di una natura incontaminata. Sgorlon, come soltanto un grande scrittore può, h...

Gli dèi torneranno

Gli dèi torneranno di

Il mondo contadino del Friuli emerge nella sua pienezza dalle pagine del romanzo Gli dèi torneranno, del 1977, che, oltre a costituire una delle più affascinanti prove narrative degli anni Settanta, dimostra che lo scrittore friulano non si è fermato alla straordinaria e unanimemente riconosciuta facilità dei propri mezzi espressivi. Sgorlon, che in ciò non somiglia ad alcuno scrittore italiano...