I mari di Trieste (Overlook)

Compra su Amazon

I mari di Trieste (Overlook)
Autore
AA.VV.
Editore
Bompiani
Pubblicazione
17 settembre 2015
Categorie
Trieste è il suo mare. Un mare diverso da qualsiasi altro, che da subito cambia nome e diventa più familiarmente “bagno”, a indicarne una prossimità domestica: molteplice e paradossale. Al bagno ci si va non solo a prendere il sole, ma a chiacchierare, correre, litigare, lasciare giuramenti, con la pelle cosparsa di olio o con la sciarpa in pile tirata fino sopra il naso. Fin dall’infanzia si assorbe “questa familiarità con il mare, con il sentimento della sua necessità; quel senso delle grandi estati e della loro apertura. Un’apertura che non è solo fisica, ma anche culturale e umana”. Ogni bagno a Trieste è rigorosamente diverso dall’altro. Ognuno sa riconoscere il proprio a istinto, così come ogni scrittore sa raccontarlo: La Diga di Claudio Grisancich e Gillo Dorfles, gli scogli di Barcola nei ricordi d’infanzia di Claudio Magris, Mauro Covacich e Boris Pahor, l’ambigua e seducente Costa dei Barbari di Mary Barbara Tolusso, il Bagno Militare di Pietro Spirito, il bagno Sticco visitato da Veit Heinichen, il popolare Pedocìn di Pino Roveredo, fino al leggendario bagno Ausonia raccontato da Alessandro Mezzena Lona. A Trieste il mare non si può sfuggire, e il mito asburgico si frantuma e si ricompone nella promessa di una felicità sempre rimandata e mai smentita, sospesa tra la malinconia che prende a guardare il mare dai Campi Elisi la sera e la nostalgia fugace per la risata di un ragazzino che chiama il tuffo, bomba americana. Nei bagni Trieste splende delle sue contraddizioni, quelle stesse che tormentano i suoi migliori scrittori: l’anima vispa e licenziosa che si aggira per le strade, il tempo immobile e la Bora che può far uscire matti, la noncuranza leggera delle abitudini, la sua iride blu marino. Federica Manzon

Con
Mauro Covacich, Gillo Dorfles, Claudio Grisancich, Veit Heinichen, Claudio Magris, Alessandro Mezzena Lona, Boris Pahor, Pino Roveredo, Pietro Spirito, Mary Barbara Tolusso

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di AA.VV.

Il cervello (Esplorando il corpo umano)

Il cervello (Esplorando il corpo umano) di

Dalla famosa serie televisiva scritta e realizzata da Albert Barillé, un viaggio nell’infinitamente piccolo all’interno del corpo umano, in compagnia di Maestro e degli amici che difendono l’organismo dall’assalto di virus e batteri.Il cervelloSegui le avventure di Maestro, Pierrot e Pierrette alla scoperta del cervello e dei suoi 100 miliardi di neuroni che, messi uno dietro l’altro, riuscireb...

Il cuore (Esplorando il corpo umano)

Il cuore (Esplorando il corpo umano) di

Dalla famosa serie televisiva scritta e realizzata da Albert Barillé, un viaggio nell’infinitamente piccolo all’interno del corpo umano, in compagnia di Maestro e degli amici che difendono l’organismo dall’assalto di virus e batteri.Il cuoreSegui le avventure di Maestro, Pierrot e Pierrette alla scoperta del cuore, che con i suoi tre miliardi di battiti nel corso di una vita pompa il sangue per...

Mala vita: Racconti dal carcere

Mala vita: Racconti dal carcere di

Nei venticinque racconti finalisti del Premio Goliarda Sapienza, accolti in questo libro, detenute e detenuti di molte nazionalità (italiana, albanese, romena, liberiana, marocchina, egiziana), accompagnati da autorevoli scrittori, giornalisti, artisti, raccontano le loro storie di mala vita con tratti crudi, avvincenti, spesso commoventi, anche ironici. Fra loro c’è chi si trova in carcere da ...

Il giardino di cemento armato: Racconti dal carcere

Il giardino di cemento armato: Racconti dal carcere di

Ventisei racconti dal carcere scritti da persone diverse per sesso, età, provenienza, reati compiuti, ma che insieme somigliano alla sceneggiatura di un film-verità a episodi. E ogni episodio è una pagina di vita. Ventisei storie che conducono in un’Italia sfregiata dalla criminalità organizzata, dove i bambini vengono allevati a pane e delinquenza, all’assenza di valori. A volte il racconto tr...

Storie minime

Storie minime di

“È una sera tipicamente invernale, fredda e umida, una di quelle in cui desidero solo stare davanti al caminetto a fissare il fuoco”. Ecco l’incipit del primo racconto, la prima di trenta storie minime legate a un’isola che di storie sembra ne custodisca una sotto ogni pietra. Tutto, in quest’antologia di racconti, è legato all’isola: gli autori, il Cantiere di scrittura e l’Accademia d’arte ch...

Donne che Emigrano all'Estero

Donne che Emigrano all'Estero di

Trentaquattro italiane emigrate in ogni angolo del mondo si raccontano.Lo fanno a ruota libera, soffermandosi di volta in volta su aspetti specifici del proprio vissuto - la vita quotidiana, gli affetti, il lavoro, gli usi e costumi del nuovo paese, il cibo, l’arte, la musica, le bellezze naturali, le atmosfere. Parlano dell’eccitazione del cambiamento, delle difficoltà di integrazione, del dol...