Autan Noir

"Il titolo dell'opera, Autan Noir, implica un viatico romantico, simbolico ed evocativo: il nome di un vento che trasporti questi componimenti in fuga, verso altri territori, altre culture, lettori, autori. All'interno di Autan Noir (un vento caldo, non frequente, apportatore di piogge intermittenti, che spira nei territori sud-occidentali della Francia, e precisamente nella regione dell'Aquitania) si susseguono, in ordine alfabetico: Claudia Calcagno con Sacre Utopie delle Essenze, Giovanni De Gattis con I colori dell'anima, Manuela Monti con Essere Donna, Stella Poli con Per tutte le altre destinazioni, Giulio Pulvirenti con Ricerca, Teresa Spera con Come impronte sulla sabbia." (Tratto dalla Prefazione di Giuseppe Aletti)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli