Mai più così vicina

Compra su Amazon

Mai più così vicina
Autore
Claudia Serrano
Editore
Giunti
Pubblicazione
2 settembre 2015
Categorie
Da un’assolata città del Sud, Antonia, una ragazza che mette i tacchi anche per fare la spesa, arriva a Milano accarezzando il sogno di scrivere un romanzo che ha in mente da tempo. L’?impatto con la città e con il suo cielo senza colore non è dei più incoraggianti, finché un’amica non la trascina a una conferenza letteraria e in poche ore tutto quello che Antonia ha pensato non conta più. Milano le regala Vittorio, un uomo molto diverso da lei: Vittorio è un editore, appartiene ai ceti alti, è disinvolto, ha due occhi magnetici e quell’aria libera e sfrontata di chi non scende a compromessi. E soprattutto ha una vita sociale che intimidisce Antonia, ma nel contempo la affascina. Il bicchiere e la sigaretta sempre in mano, chiacchiere fino all’alba di cinema e libri con amici impegnati, romantiche gite in moto lungo i tornanti mozzafiato della Liguria. Antonia si innamora follemente di lui, ma qualcosa non funziona. Vittorio è sfuggente, sparisce, riappare, si sottrae, non programma e non promette. E proprio come la ragazzina down protagonista del suo romanzo, Antonia è costretta a misurarsi con i suoi limiti e le sue paure. Ogni donna sa che cosa significa incontrare il grande amore. E ogni donna sa bene che cosa significa perderlo. Con una scrittura poetica, coinvolgente, emo­zionante, Mai più così vicina racconta il disperato tentativo di non mandare in pezzi il sogno più grande e più bello della vita.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

“Mai più così vicina” di Claudia SerranoRecensioniLibri.org

“Mai più così vicina” riesce a incarnare molteplici significati: l’amore assoluto, la delicatezza dei sentimenti, la frustrazione per un amore non corrisposto, le attese deluse, i desideri non realizzati, fino alla paura della solitudine. Il romanzo di Claudia Serrano mi ha particolarmente colpito, costringendomi a vivere in prima persona la storia della protagonista: con lei ho palpitato, amato, riso, pianto, mi sono emozionata e... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.