Gargal

"Il titolo dell'opera, Gargal, implica un viatico romantico, simbolico ed evocativo: il nome di un vento che trasporti questi componimenti in fuga, verso altri territori, altre culture, lettori, autori. All'interno di Gargal (Questo vento di nord-est che soffia attraverso la Provenza, Costa Azzurra, e la Corsica. Si tratta di un vento freddo e secco in Provenza e in Corsica. Può anche portare a gelate primaverili. Al contrario, nel Mar Mediterraneo, causa la pioggia - o neve durante l'inverno con ondate di freddo), si susseguono, in ordine alfabetico: Andrea Costantin con La principessa del cielo; Laura Domenichelli con Con la mente nel cuore; Giovanni Maria Eletto con Quaderno blu; Luca Otella con Sinfonie d'un uomo; Catia Pugliese con Luci ed ombre; Marco Romano con Specchi di lago." (tratto dalla prefazione di Giuseppe Aletti)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Marco Romano

La città delle donne: Desiderio e bellezza

La città delle donne: Desiderio e bellezza di Marco Romano La nave di Teseo +

Le città europee sono più di un luogo fisico, più della somma dei loro edifici, sono l’esito di una “intenzione estetica” che nasce dalla quotidianità dei cittadini. Con uno sguardo inedito, Marco Romano ripercorre le origini storiche di questa lunga ricerca della bellezza, individuando così il contributo fondamentale, sebbene poco raccontato, che le donne hanno dato a questo sviluppo. È stato ...