Živago nella tempesta: Le avventure editoriali del capolavoro di Pasternak

La pubblicazione del "Dottor Živago" fu uno dei grandi avvenimenti culturali del Ventesimo secolo. Nell’intrigo internazionale che portò alla sua prima edizione mondiale proprio in lingua italiana e per i tipi di una neonata casa editrice milanese appena fondata da Giangiacomo Feltrinelli, si ritrovarono avviluppati intellettuali, spie, politici e governi di molti paesi: l’Unione Sovietica non voleva che quel libro fosse pubblicato, il Partito comunista italiano esercitava le sue pressioni, il giovane Giangiacomo organizzava la sua personale resistenza in Italia e concertava un gruppo di editori internazionali (la crema dell’editoria letteraria mondiale) per sostenere la sua impresa.
Paolo Mancosu ricostruisce con un monumentale lavoro di archivio tutti i passaggi dell’intricata vicenda, attraverso documenti mai prima d’ora raccolti tutti insieme e pubblicati, tra cui il carteggio completo tra Boris Pasternak e Giangiacomo Feltrinelli. Questa ricerca consente a Mancosu di inserire la vicenda editoriale dello Živago all’interno degli scenari geopolitici della Guerra fredda, andando a svelare il ruolo nascosto che ebbero sia il Kgb sia la Cia nello svolgimento degli eventi.
Con questo libro viene illuminata in ogni dettaglio un’avventura di coraggio intellettuale senza paragoni, ricca di pericoli e rischi, ma coronata da un successo inusitato (proprio sulle ali del "Dottor Živago" Pasternak ricevette il premio Nobel nel 1958), che fece subito grande e visibile nel mondo la casa editrice Feltrinelli – una casa editrice che avrebbe continuato a incidere nel panorama culturale internazionale per altri sessant’anni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo