HIC ET NUNC: Vent'anni e non capirci un cazzo

Dicono che i primi venti siano i più belli. Tutto gira senza fatica. Niente a cui pensare. Niente di cui preoccuparsi. Allora perché per qualcuno è così maledettamente difficile? Certe persone semplicemente non sono in grado di vivere serenamente. Certe persone non possono fare a meno di riflettere senza sosta su tutto e su tutti. Certe persone sono veramente stupide e complessate. Io sono una di quelle. Questo mezzo è l'unico che conosco per far respirare la mia mente.

Una raccolta di pensieri, pillole di tarda adolescenza che mi accompagnano ogni giorno. Nessun ordine cronologico, niente spiegazioni, niente note a piè di pagina, solo frammenti di pensiero che mi tartassano giorno e notte e che, quando trovo le parole adatte, cerco di mette nero su bianco.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo