Il Commissario De Vincenzi. Il mistero delle tre orchidee (Fogli volanti)

Milano, la capitale della moda. Nella maison di Cristiana O’Brian, donna bellissima e dal fascino magnetico, vengono ritrovati, uno dopo l’altro, tre cadaveri. I delitti hanno soprattutto una cosa in comune: accanto ai corpi sempre un fiore, sempre lo stesso, un’orchidea. Cosa nasconde Cristiana O’Brian? Protegge qualcuno o solamente se stessa? Tra repentini e improvvisi colpi di scena, De Vincenzi si confronterà con l’inusuale “fauna umana” che popola il mondo della moda: dongiovanni senza scrupoli, delinquenti dal passato impresentabile e donne bellissime, enigmatiche, pronte a tutto, in una macabra sfilata che non riuscirà a confondere il proverbiale fiuto del Capo della Mobile.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Augusto De Angelis

La barchetta di cristallo (La memoria)

La barchetta di cristallo (La memoria) di

Un gioiello venuto dalla Cina; e due case, due stili di vita, due morti: il Commissario De Vincenzi è l'unico a capire che quel gingillo di apparenza banale, tragicamente, li collega. Un nuovo romanzo dell'inventore del giallo italiano.

L'albergo delle tre rose (La memoria)

L'albergo delle tre rose (La memoria) di

In un albergo popolato di strani figuri che si dedicano, la notte, al gioco d'azzardo, è stato ucciso, prima pugnalato e poi impiccato, un giovane inglese. Seguono a questo altri omicidi, mentre arriva in albergo un avvocato, anch'egli inglese, che deve leggere agli eredi un testamento la cui validità è, misteriosamente, sottoposta alla presenza di tre bambolette di porcellana. E in questa atmo...

Sei donne e un libro (La memoria)

Sei donne e un libro (La memoria) di

In una piccola libreria antiquaria viene trovato ucciso Ugo Magni, medico di successo e senatore. Il commissario De Vincenzi, mite e riflessivo, indaga tra interni Déco con dame stupende, tra esterni affaccendati e case di ringhiera in un universo di portinaie e popolani.

L'impronta del gatto (La memoria)

L'impronta del gatto (La memoria) di

Milano anni trenta. Il Commissario De Vincenzi è alle prese con l’assassinio di un depravato milionario venezuelano. Il cadavere è trovato proprio sul portone dell’abitazione della vittima. Ma le zampette sporche di sangue del felino conducono in tutt'altra direzione.

Giobbe Tuama & C. (La memoria)

Giobbe Tuama & C. (La memoria) di

Milano 1934, Fiera del Libro. Il Commissario De Vincenzi è questa volta alle prese con l'omicidio di uno strano personaggio: Giobbe Tuama, ufficialmente seguace di una chiesa evangelica che fa propaganda di Bibbie, ma anche maligno usuraio.

Il banchiere assassinato (La memoria)

Il banchiere assassinato (La memoria) di

Il primo romanzo della serie con protagonista Carlo De Vincenzi, poliziotto atipico, fuori dagli schemi, poeta più che uomo d’azione: nell’appartamento del suo vecchio amico Giannetto Aurigi è trovato il cadavere di un banchiere. Tutto congiura contro Aurigi, ma De Vincenzi sa scrutare come pochi la scena del delitto e l’animo umano.