Quaderni di Serafino Gubbio operatore (con Annotazioni): Con una nota di Antonio Gramsci (p-mondi. Luigi Pirandello Vol. 4)

"A dir vero, la qualità precipua che si richiede in uno che faccia la mia professione è l’impassibilità di fronte all’azione che si svolge davanti alla macchina. Ma che cosa poi farà l’uomo quando tutte le macchinette gireranno da sé, questo, caro signore, resta ancora da vedere".



Luigi Pirandello (1867–1936) pubblicò il romanzo Quaderni di Serafino Gubbio operatore nell’anno 1916 con un titolo differente: Si gira… Tuttavia dopo la Guerra, nel 1925, decise di redigere una seconda edizione, con il titolo attuale.



Il genio dell’Autore già prefigurava il dibattito che avrebbe conquistato la seconda metà del Novecento sino ai giorni nostri: il rapporto uomo/macchina, qui rappresentato dalla relazione fra il cineoperatore e la sua cinepresa.



In appendice a questa edizione è proposta una nota di Antonio Gramsci, critico teatrale d’eccezione per la redazione torinese del giornale «Avanti!», dal titolo Il teatro di Pirandello, pubblicata postuma da Einaudi nel 1950 nella raccolta Quaderni del carcere, nel volume Letteratura e vita nazionale.



Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull'autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.



Capitoli:

Nota alla presente edizione

Quaderni di Serafino Gubbio operatore

Quaderno primo

I.

II.

III.

IV.

V.

VI.

Quaderno secondo

I.

II.

III.

IV.

V.

Quaderno terzo

I.

II.

III.

IV.

V.

VI.

Quaderno quarto

I.

II.

III.

IV.

V.

Quaderno quinto

I.

II.

III.

IV.

V.

Quaderno sesto

I.

II.

III.

IV.

Quaderno settimo

I.

II.

III.

IV.

Il teatro di Pirandello

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Luigi Pirandello

Così è (se vi pare): Edizioni del 1918 e del 1925

Così è (se vi pare): Edizioni del 1918 e del 1925 di Luigi Pirandello Aonia edizioni

Così è (se vi pare) è tratta dalla novella La Signora Frola e il Signor Ponza, suo genero contenuta nella raccolta Una giornata. Il titolo, dal sapore ironico, racchiude la problematica esistenziale che Pirandello affronta nella storia: l’impossibilità di avere una visione unica e certa della realtà. Il tema sarà attentamente sviscerato nel romanzo del 1926, Uno, nessuno e centomila, ma appare...

L'umorismo

L'umorismo di Luigi Pirandello Bauer Books

Il pensiero sull'umorismo del più grande umorista della letteratura italiana.

Il fu Mattia Pascal

Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello Aonia edizioni

Mattia Pascal, timido provinciale, si allontana da casa dopo una delle solite liti con la moglie Romilda e la suocera Marianna Pescatore e, arrivato a Montecarlo, vince, giocando a caso, diverse decine di migliaia di lire. Il possesso di questa grossa somma e la lettura di una notizia di cronaca che annunzia la sua morte, (si tratta dell'erronea identificazione del cadavere di un disperato che ...

Uno, nessuno e centomila: (illustrato)

Uno, nessuno e centomila: (illustrato) di Luigi Pirandello

Di cosa parla questo libro? Parla di follia. Ma non si tratta di una follia malata, dalla quale il lettore possa sentirsi al sicuro e inattaccabile. Questa è una follia intima, che parte dall’indagine di sé, dalla frivola ma drammatica ammissione che sì, i contorni che definiscono la nostra personalità non ci appartengono, ma sono nelle mani degli altri. Pugni infantili stretti da un sentimento...

Sei personaggi in cerca d'autore

Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello

Il turno

Il turno di Luigi Pirandello Ali Ribelli Edizioni

Il romanzo prende le mosse dal progetto di don Marcantonio Ravì di dare in moglie la giovane figlia Stellina a Don Diego Alcozér, che è vecchio, ma assai ricco e veterano di ben quattro matrimoni e altrettante vedovanze. Se la figlia lo sposerà, alla morte del vecchio, che ormai non può tardare, ella sarà ricca e potrà sposare il suo spasimante Pepè Alletto, un giovane un po' sciocco e vanesio...