Verginità

Tornare alla vita dopo essere stati gravemente feriti in guerra. Questa l'esperienza che tocca a Fausto Maria Martini, sensibile e raffinato scrittore crepuscolare, che partecipa alla Grande Guerra e torna a casa profondamente segnato nel corpo e nella mente. La guerra non rende nessuno migliore, sostiene, ma la fragilità e l'insicurezza che produce in chi vi partecipa fanno tornare gli uomini bambini. Un romanzo appassionante e sincero, pervaso di antidannunzianesimo e dolorosa sensualità.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo