Murales

Lorenzo, Nico, Gargi ed Ale. Quattro ragazzi vivono la notte e inseguono il futuro, in lotta con il presente e con una realtà che non li ascolta. Dipingono murales e sconfiggono la noia tra viaggi chimici, dipinti illegali e speranze disperate.

Fin quando, in una notte di gennaio, un evento modificherà per sempre le loro vite e gli equilibri tra il loro mondo e quello degli adulti. Una corsa verso il baratro nel tentativo di riscatto, lascia emergere tutta la precarietà della condizione umana, la fragilità di una vita appesa a decisioni momentanee, a fili sottili che basta un grilletto toppo facile a spezzare.
Pentimento e rabbia, aspettative e indifferenza si alternano in un balletto di colpe reciproche tra generazioni a confronto, chiuse in mondi che si sfiorano a tratti, senza riuscire mai ad incontrarsi. Servirà un atto estremo, una tragedia evitabile, per spostare leggermente i punti di vista, per dare un ordine nuovo a ciò che si considera importante e per permettere, forse, di ristabilire un contatto, un punto di partenza da cui ricominciare.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo