I peperoni di nonna Angelina. La ricetta della pazienza

[Ingredienti] 1 divorzio; 2 città: Bologna e Napoli; 1 amica con i capelli rossi e la testa in cielo; 1 uomo con troppi calzini che crede nelle promesse; 1 donna con il nome corto e il corpo troppo grande; 1 vecchia signora che crea giardini di carta; 1 bar che si chiama CamBioVita (ed esiste davvero); 1 vecchia casa in cui tornare a cucinare; fiori in quantità, che devono lasciare spazio a una farfalla di volare; cuori e arcobaleni da cercare nelle tazzine di caffè o in una mela, ogni volta che occorre; tanta pazienza per tornare ad amare [Preparazione] Ogni sette anni le cellule del corpo umano si rinnovano completamente. Sette anni fa Angela era una donna diversa. Oggi, dopo il divorzio da Matteo, decide di lasciare Bologna, dove era fuggita inseguendo il suo sogno d’amore, e di tornare a Napoli, sua città d’origine. Da quando si è separata da Matteo Angela non è più riuscita a cucinare, perché per lei la tavola apparecchiata, come le ha insegnato sua nonna Angelina, vuol dire casa-amore-famiglia. In una società in cui bisogna correre sempre, essere produttivi, avere degli obiettivi, Angela decide di fermarsi, di concentrarsi sulla sua vita e ricostruirla con piccoli atti di amore quotidiano. La cucina sarà la sua sfida di coraggio. E il suo viaggio da Bologna a Napoli non sarà un ritorno ma un grande passo in avanti. [Rimedio] La pazienza è la ricetta per provare a superare un lutto, una separazione, un dolore, senza chiedere troppo a se stessi. Prima di amare bisogna tornare ad amare se stessi. Ognuno ha il suo tempo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Cristina Zagaria

I piccoli principi del Rione Sanità

I piccoli principi del Rione Sanità di

Uhuru, un ragazzo africano diretto in Svizzera, fa tappa a Napoli. Cerca ospitalità nel centro di accoglienza del Rione Sanità, ma arriva tardi, perché si mette a guardare la strada, le persone, le case¿ così finisce a dormire su una panchina di fronte alla chiesa. Vorrebbe ripartire subito, invece resta a lungo in quella piazza e la panchina diventa la sua casa. I ragazzi del quartiere lo...

L'osso di Dio: con postfazione di Don Luigi Ciotti

L'osso di Dio: con postfazione di Don Luigi Ciotti di

La scenografia è tortuosa, tra Catanzaro, Lamezia e Vibo. La coreografia è mossa dalla faida di clan e malavita. Qui, Angela Donato, diciassettenne, gira armata e vende armi e liquori di contrabbando, proiettata verso l’illegalità senza temere l’impazienza dei grandi boss: la morte è un rischio troppo frequente per averne paura. Poi nasce l’amore e Angela si rifugia nella famiglia e in una vita...

Sugar Queen: La favola moderna di una mamma che ha sconfitto la crisi con il cake design

Sugar Queen: La favola moderna di una mamma che ha sconfitto la crisi con il cake design di

Quella di Giada Baldari è una storia che inizia come tante altre: vive a Napoli, ha un marito, una figlia, un lavoro precario e mal pagato, e sogna di diventare magistrato. Ma quando scopre di aspettare un altro bambino capisce che non può andare avanti così: qualcosa deve cambiare. È pronta a lasciare il suo posto di praticante in uno studio di avvocati, la sua laurea in legge e i suoi sogni...

Miserere: Vita e morte di Armida Miserere, servitrice dello Stato

Miserere: Vita e morte di Armida Miserere, servitrice dello Stato di

Armida Miserere era una direttrice di carcere con la fama da dura. Una carriera che comincia a 28 anni, una professione che confina con la missione, ancora più difficile perché è una donna che fa un mestiere da uomini. A Parma, a Voghera, a Pianosa e infine a Sulmona, dove il 19 aprile 2003 decide di spararsi un colpo in testa. Il libro, che attinge anche da documenti inediti forniti dalla...