Bufale e freddure appena sfornate

Queste bufale e freddure hanno il sapore e l’odore del pane appena sfornato e come il pane caldo non mancano di trasmettere allegria e buonumore. Volendo trovare loro una collocazione si potrebbe dire che si posizionano tra gli aforismi, troppo seri, e le barzellette, troppo scontate. L’argomento preso di mira?

Dio, politica, la casta, la coppia ed altro. Non resta poi molto ma me ne farò carico in un’ eventuale prossima raccolta.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Marmunno

A letto con la morte (I racconti di Marmunno Vol. 2)

A letto con la morte (I racconti di Marmunno Vol. 2) di

A letto con la morte un giorno intero. Ma è poi così terribile la morte? Il protagonista del racconto ne rimane affascinato ritrovando in lei la donna che aveva cercato invano da sempre. Tra un ricordo ed un addio, si abbandona a lei con una naturalezza che non aveva mai conosciuto durante la sua intera esistenza.

Il furto (I racconti di Marmunno Vol. 12)

Il furto (I racconti di Marmunno Vol. 12) di

Un personaggio maledetto scomparso da poco tempo, che molti riconosceranno facilmente, subisce un furto nella sua villa ma la paura di essere sopraffatto dai malfattori si ferma davanti a quella di fare un bilancio della propria vita, sempre rimandato. Domande scomode attraversano la sua mente mentre impugna una pistola e aspetta che la morte si presenti in modo dignitoso ma una sorpresa inas...

Il cappello ai nostri piedi (I racconti di Marmunno Vol. 6)

Il cappello ai nostri piedi (I racconti di Marmunno Vol. 6) di

"Il cappello ai nostri piedi” è un inno alla libertà, libertà di scegliere, di pensare, di agire, di amare senza condizionamenti, sorretti dal coraggio di essere sé stessi e di vivere per sé stessi, al di là degli schemi in cui ci hanno ingabbiato. Storie sì, ma di gente vera che, dalle pagine del racconto, parla al nostro sé più profondo, per aiutarci a ritrovare quel sogno che avevamo sepolto...