Victor e altri umani

Ruvida, veloce, dolorosa la storia del cantante Victor ucciso nei giorni del golpe cileno, anno 1973. È una voce femminile a raccontarla; l'impegno politico si alimenta anche a forza di musica. Pagina dopo pagina si fanno più acuti lo strazio e il dolore. Gli altri umani del titolo sono i protagonisti di storie su diverse forme e possibilità di sopravvivenza. Vivere è sempre un po' sopravvivere, sembra dire l'autrice raccontando il fotografo Elia, davanti al mare, un aneurisma alle spalle; o di un uomo senza nome che vede morire la propria amante; o di Giovanni Antonio che a cinquant'anni compiuti vive ancora a casa della madre. Lo sguardo è pietoso e spietato insieme; le pagine scabre, ritmate, mirano all'essenziale. Da Le recensioni di Scuola Holden, il mio esordio 2012.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo