A Partenide (annotato): edizione integrale arricchita da una biografia dettagliata e dal saggio "Dell'equivalenza manzoniana"

Compra su Amazon

A Partenide (annotato): edizione  integrale arricchita da una biografia dettagliata e dal saggio "Dell'equivalenza manzoniana"
Autore
Alessandro Manzoni
Pubblicazione
11 luglio 2015
Categorie
Edizione integrale arricchita da:


- biografia dettagliata
- saggio “Dell'equivalenza manzoniana”





SINOSSI

Alessandro Manzoni, celebrato autore de “I promessi sposi”, negli anni della sua giovinezza si dedicò alla interamente alla poesia. Uno dei componimenti in versi più importanti è “A Partenide”.
Durante il suo soggiorno parigino conobbe per il tramite del suo amico fraterno Claude Fauriel il poeta danese Jens Immanuel Baggesen che aveva scritto nel 1803 il poemetto in lingua tedesca “Parthenais” (“Partenide”, appunto) composto da dieci canti e quattromila versi complessivi. Il Flauriel l'aveva già tradotto in francese e il poeta danese richiese ad Alessandro Manzoni una versione in italiano allegando un'ode diretta allo scrittore lombardo alla edizione del poema pubblicata ad Amsterdam nel 1807. Alessandro Manzoni fu costretto a rinunciare all'offerta e a tal fine compose “A Partenide” nel 1807, scusandosi con Baggensen del rifiuto.
Tipico esempio della produzione giovanile manzoniana, di derivazione classica, ricco di simbolismi ed allegorie.
La edizione integrale qui presentata è arricchita dalla biografia dell’autore e dal saggio “Dell’equivalenza manzoniana”.



L’AUTORE

Alessandro Manzoni, inarrivabile autore de “I promessi sposi”, nacque a Milano nel 1785 da Don Pietro Manzoni e Giulia Beccaria, figlia di quel Cesare autore de “Dei delitti e delle pene”, sebbene si dicesse che in realtà fosse il frutto di una relazione adulterina della madre con Giovanni Verri, fratello cadetto di Alessandro e Pietro, noti esponenti dell'Illuminismo.
Dopo avere trascorso la sua gioventù presso alcuni collegi gestiti da religiosi nel milanese e in Svizzera, a trenta anni si riunì A Parigi con la madre appena rimasta sola a causa della morte del compagno Carlo Imbonati. Ivi conobbe e sposò con rito calvinista la prima moglie Enrichetta Blondel, figlia di un banchiere, da cui ebbe dieci figli. All’età di trentacinque anni si convertì al cattolicesimo di stampo giansenista. Da quel momento la sua vita e la sua produzione artistica mutarono radicalmente.
Dopo la morte di del padre Don Pietro Manzoni, si trasferì definitivamente a Milano con tutta la famiglia.
La sua vita fu ricca di gioie e affetti, ma anche di molti dolori (le due mogli e ben otto dei suoi figli gli premorirono).
Studioso e letterato, dedicò tutta la sua vita alla poesia, di cui di lascia opere immortali quali “Marzo 1821” e “Cinque maggio”, e alla stesura de “I promessi sposi”, il romanzo romantico e risorgimentale per antonomasia, capolavoro assoluto dell’Ottocento, a cui lavorò indefessamente per quasi trenta anni. “I promessi sposi”, opera rivoluzionaria che ebbe un successo di pubblico e di vendite senza pari che si protrae sino ai giorni nostri, procurò ad Alessandro Manzoni fama internazionale, ma nessun ritorno di natura economica.
Morì ottuagenario nel 1873, acclamato come patriota e padre della lingua italiana moderna.
In suo onore Giuseppe Verdi compose ed eseguì una “Messa da requiem”.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Alessandro Manzoni

I promessi sposi (eNewton Classici)

I promessi sposi (eNewton Classici) di

A cura di Ferruccio UliviEdizione integraleLa storia di Renzo e Lucia, don Abbondio e padre Cristoforo, don Rodrigo e l’Innominato ha appassionato generazioni di lettori e occupa ancora oggi un posto del tutto speciale nelle biblioteche degli italiani. «Storia milanese del XVII secolo scoperta e rifatta da Alessandro Manzoni» era il sottotitolo con cui l’autore presentava I promessi sposi, uno ...

Adelchi

Adelchi di

Adelchi di Alessandro Manzoni

Del trionfo della libertà

Del trionfo della libertà di

Del trionfo della libertà di Alessandro Manzoni

Tutte le poesie

Tutte le poesie di

Tutte le poesie di Alessandro Manzoni

I promessi sposi (Mondadori): Storia milanese del secolo XVII scoperta e rifatta (Oscar classici Vol. 170)

I promessi sposi (Mondadori): Storia milanese del secolo XVII scoperta e rifatta (Oscar classici Vol. 170) di

I Promessi Sposi stanno avviandosi a diventare, in una maniera che avrebbe meravigliato lo stesso autore, lo specchio dell'Italia contemporanea. Il romanzo del Manzoni riflette, infatti, un'Italia che, con alcune varianti non essenziali, potrebbe essere quella di oggi: la religione dei Promessi Sposi rassomiglia, per molti aspetti, a quella dell'Italia moderna; la società che vi è descritta non...

Fermo e Lucia

Fermo e Lucia di

Il Fermo e Lucia costituisce la prima redazione, incompiuta, del romanzo che successivamente prenderà il titolo di Promessi sposi. Manzoni vi lavorò tra il 1821 e il 1823. Non avendo ricevuto le cure proprie di un testo da dare alle stampe (infatti il Manzoni non lo ha mai pubblicato), il romanzo presenta delle incongruenze. Ma non per questo è privo di una sua fisionomia originale rispetto all...