Gli attraversati

Un caotico open space è il teatro dove si muove Flavio, laureato in Filosofia, tecnico specializzato precario per una delle più importanti aziende di informatica, che ormai, espanse a dismisura, gestiscono i più importanti nodi del paese. Grazie alle sue parole veniamo introdotti in un presente alternativo dominato da enormi ingiustizie, macroscopiche incompetenze e analfabetismo diffuso: aguzzini inetti e inclini al sopruso posti a sorvegliare i gruppi di lavoro, manager incapaci di comunicare in italiano, consulenti sotto ricatto e sistemi informatici critici lasciati nelle mani di persone alle prime armi. Anche i rapporti tra colleghi sono privi di umanità e solidarietà, ognuno si percepisce come un organismo a parte; nonostante ciò Flavio riesce a creare un singolare rapporto d’amicizia con un ristretto numero di colleghi: Milwaukee, che vive in un presente senza contatti con il passato e il futuro, il Signore delle mosche, che invece galleggia in un tempo svuotato in cui viene sempre rinviato qualsiasi confronto con se stessi.

Ripercorrendo con la memoria i giorni passati sul posto di lavoro, Flavio riconoscerà di essere un attraversato, come tutti i vivi.



Flavio Colonna nasce a Roma nel 1977. Laureato in Filosofia, vive attualmente a Milano.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo