Niccolò de' Lapi

Questo racconto che presento al pubblico non senza il batticuore dell'amor proprio in

pericolo, fu incominciato nel 1833, e tralasciato cento volte per cagioni ora funeste ora fastidiose.

Se egli serba le tracce di codesti disturbi, se per mio difetto rimane di tanto inferiore al suo tema,

non per questo potrei senza ingratitudine dubitare del favore o dell'indulgenza almeno degli

Italiani. Debbo ricordarmi che in grazia appunto del tema essi amorevolmente accolsero un mio

primo saggio. Questo secondo lavoro, che anch'esso si raggira su un fatto non meno onorevole al

nome Italiano, promette dunque uguale indulgenza a chi s'è disposto, insin che gli durin le forze e

la vita, non aver un affetto, non un pensiero, che non sia dedicato alla patria.

Quantunque abbia preso a trattare l'epoca luminosa e terribile per la città di Firenze, in cui

la repubblica si difese sola contro le armi di Clemente VII e di Carlo V, non ebbi tuttavia per

iscopo dipingere il quadro completo dell'Assedio del 1529-30, ed il titolo stesso di questo racconto

basta forse a mostrare che più degli eventi, mi sono proposto descrivere le passioni che in allora

agitavano il popolo Fiorentino.

La relazione intera, minuta e regolare dell'Assedio, l'ha scritta meglio d'ogni altro il

Varchi. Contemporaneo, attore anch'esso della sua storia, mosso dagli affetti del tempo, chi potea

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Massimo d' Azeglio

Questioni urgenti

Questioni urgenti di Massimo d' Azeglio HardPress

This is a reproduction of a classic text optimised for kindle devices. We have endeavoured to create this version as close to the original artefact as possible. Although occasionally there may be certain imperfections with these old texts, we believe they deserve to be made available for future generations to enjoy.

Ettore Fieramosca o la disfida di Barletta

Ettore Fieramosca o la disfida di Barletta di Massimo D'Azeglio Greenbooks Editore

Massimo d’Azeglio (1798-1866, pubblicista poi uomo politico piemontese) pubblica nel 1833 "Ettore Fieramosca o La disfida di Barletta", soprattutto per provocare una rigenerazione del carattere nazionale e per risvegliare il fuoco patriottico negli Italiani. Tra gli spagnoli e i francesi che si dividono fra di loro il Regno di Napoli, sorgono dissidi per la delimitazione dei confini. All’...

Racconti, leggende e ricordi della vita italiana (1856-1857)

Racconti, leggende e ricordi della vita italiana (1856-1857) di Massimo D'Azeglio Greenbooks Editore

dall'incipit del libro: IL SOR CHECCO TOZZI E LA SUA FAMIGLIA. uando si principia a invecchiare, ricordarsi e raccontare diverte. Vorrei dunque divertirmi qualche mezz'ora - non avendo di meglio mentre cresce il grano - ricordandomi di quand'ero giovane e non facevo altro che girar l'Italia per tutti i versi. Studiavo pittura per prima cosa; ma siccome per natura sono indagatore, studiavo e ...

Ettore Fieramosca o La disfida di Barletta

Ettore Fieramosca o La disfida di Barletta di Massimo D'Azeglio Classic eBooks

Massimo Taparelli marchese d'Azeglio (1798 – 1866) è stato un politico molto importante nell'Italia del Regno Sabaudo, ma anche pittore e scrittore. Prima oppositore di Cavour e poi Primo Ministro, Massimo d'Azeglio prima di entrare in politica ebbe una breve carriera militare e una parallela attività letteraria, fatta soprattutto di saggi ma fra cui si può trovare questo romanzo (scritto a ...

Ettore Fieramosca: ossia, La disfida di Barletta

Ettore Fieramosca: ossia, La disfida di Barletta di Massimo D'Azeglio Transcript

Ettore Fieramosca: ossia, La disfida di Barletta by Massimo D'Azeglio Al cadere d'una bella giornata d'aprile dell'anno 1503 la campana di San Domenico in Barletta sonava gli ultimi tocchi dell'avemaria. Sulla piazza vicina in riva al mare, luogo di ritrovo degli abitanti tranquilli che, nelle terricciuole dei climi meridionali specialmente, sogliono sulla sera essere insieme a barattar ...

Ettore Fieramosca - La disfida di Barletta (Classici della letteratura e narrativa senza tempo)

Ettore Fieramosca - La disfida di Barletta (Classici della letteratura e narrativa senza tempo) di Massimo d'Azeglio Fermento

Uno dei testi ottocenteschi più suggestivi, pubblicato nel 1833 da Massimo D'Azeglio, racconta della celebre disfida nata dall'accusa di un soldato francese nei confronti dei combattenti italiani, che egli accusava di codardia e scarso valore. Ne nacque una disputa che si decise di risolvere con uno scontro tra tredici soldati per parte nella Barletta del Cinquecento. Gli italiani, capitanati ...