L'ultimo canto d'amore

Teheran, 1886. È bella Mahasti, e ha una voce che ammalia chiunque l’ascolti. Ed è anche strana Mahasti: legge i segreti nelle parole ed è rabdomantica, ma i doni del cielo fanno paura. I suoi genitori l’amano teneramente, però sanno che sarà difficile trovare un marito a una ragazza tanto particolare. Così quando Vasilij Zacharev, mercante di spezie, si innamora di lei e la chiede in sposa, i due acconsentono. È l’inizio di una storia d’amore totale: Vasilij ama perdutamente Mahasti e vuole gridare al mondo la sua passione, anche a costo di fare della giovane e bellissima moglie un fenomeno da baraccone. Perché tutti ascoltino la sua voce e ammirino la sua straordinaria bellezza, la traveste da sirena e gira con lei i teatri d’Europa. Inganno d’amore o perversione? Per Mahasti la nuova vita diventa insopportabile e la giovane moglie-sirena matura il desiderio di scappare, ma si accorgerà che spesso quello che unisce un uomo a una donna è al di là di ogni ragione. Una favola nera, sensuale e magica, con un finale sconcertante.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Daniela Raimondi

Avernus

Avernus di

Avernus è la settima raccolta di poesie di Daniela Raimondi. Il libro ha ottenuto il primo premio al Concorso Nazionale Le Grazie, Porto Venere. È inoltre risultato finalista ai premi Giuseppe Giusti, Guido Gozzano e Alda Merini. “È semplicemente straordinaria la capacità poetica e compositiva con cui Daniela Raimondi – rasentando la dimensione del capolavoro – coagul...

La Moglie del Santo: Monologo Teatrale

La Moglie del Santo: Monologo Teatrale di

Annuzza fugge una situazione di violenza domestica attraverso un matrimonio precoce. Sposerà Antonio, sebbene il primo e vero amore della ragazza resti il fratello di quest’ultimo, Francesco. La relazione fra i cognati continuerà clandestinamente anche dopo le nozze fino alla morte accidentale di Antonio, fatto che procurerà negli amanti un forte senso di colpa. Dal giorno del funerale di Anton...