I ragazzi della collina

Il tutto accade in un piccolo villaggio laziale al
centro di una collina che sembra voglia proteggerlo
con un’apertura innaturale dei due tronconi di
roccia a mo’ di braccia aperte.
Vivono felici, crescono i ragazzi che, studiosi e privi
di qualsiasi problema, amano quell’andare avanti
voluto e non imposto.
Sembra che nulla debba scalfire la semplicità e
l’unione che li ha sempre contraddistinti ma le tante
vicissitudini che spesso si parano innanzi mutano
radicalmente ciò che si pensa non debba mai
accadere.
La decisione è unanime, giovani ed adulti sono
pronti ai grandi sacrifici dell’emigrazione, pronti ad
andare incontro verso un qualcosa che non sanno
cosa riservi, verso un destino con delle incognite,
verso una vita completamente diversa.
Bello e brutto sono sempre in compagnia, mano
nella mano accompagnano quelle famiglie verso
tante avventure e storie che si intrecciano portando
l’immaginazione a vagare in una grande prateria
con tutte le difficoltà e le cose belle da sapere.
Circostanze avvincenti, vicende dolorose, fatti di
cronaca rendono il romanzo appassionante e
trascinante.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo